Salta al contenuto principale

M49 visita malga Spruggio:

ha sfondato una finestra

paura sull'altopiano di Piné

 

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 36 secondi

Non basta l’emergenza Coronavirus, adesso il sindaco Francesco Fantini e la popolazione di Bedollo devono pensare anche alla presenza dell’orso.
«Almeno dobbiamo dare una notizia diversa dal Coronavirus», ironizza il sindaco, ma nel contempo non nasconde una certa preoccupazione. «In questo periodo, commenta, non c’è di che annoiarsi».

Dove e quando è stato avvistato l’orso?
«Ieri mattina i custodi forestali stavano svolgendo il loro ordinario servizio e hanno visto lo sfondamento di una finestra della malga Spruggio bassa. Non ci è voluto molto a capire che a sfondare la finestra è stato nientemeno che M49 che è noto per avere questa particolare attitudine a rovistare e a cercare dove ci sono dei manufatti (casupole e baracche). Si sa che quest’orso è molto curioso!».
Altre impronte sono state avvistate nella mattinata di ieri dagli stessi custodi forestali al di sopra dell’abitato di Pitoi «che si trova non molto lontano dal paese di Regnana.» Sono stato quindi subito avvisato , continua il sindaco, direttamente dal dirigente del Servizio Foreste e Fauna della Provincia che mi ha consigliato di dare alcuni disposizioni. Fra le altre, si consiglia a coloro che possiedono animali domestici, di cercare di tenerli in casa o nei dintorni , soprattutto durante la notte. E coloro che sono allevatori di animali di cercare di tenerli all’interno delle strutture adibite proprio perchè la presenza di questi animali attira l’orso nei dintorni degli abitati. Si chiede, inoltre, di non portare del cibo all’esterno per la cibazione di animali selvatici perché anche questo è fonte di attrazione per l’orso M 49».

Da non dimenticare gli apicoltori: «Certo - risponde Fantini - perchè nel territorio comunale di Bedollo ci sono diversi apicoltori e quindi numerosi apiari sparsi. Quindi si raccomanda l’attenzione anche da parrte degli apicoltori per l’alto interesse che può suscitare per il plantigrado. Detto questo, il Servizio foreste provinciale è attivo con le sue squadre e la Forestale che sta cercando di localizzare esattamente dove si trovi M 49».

«Colgo l’occasione - conclude il sindaco - per ringraziare i custodi forestali che in questo periodo di emergenza per il Coronavirus si sono messi a disposizione per effettuare, nel territorio del comune di Bedollo, il servizio di polizia giudiziaria».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy