Salta al contenuto principale

Il grande gelo dell'economia

sono calate le imprese:

-1,5 per cento nel corso del 2019

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 14 secondi

Diminuiscono le imprese in Alta Valsugana nel corso del 2019, ma il trend è in calo da qualche anno ormai: sintomo che «fare impresa», al giorno d’oggi, è ancora difficile.
Ad aumentare, seppur di poco, sono invece gli addetti occupati: un incremento che prosegue dal 2017.
La Camera di Commercio di Trento, che ogni anno elabora i dati, comunica che al 31 dicembre 2019 le imprese registrate nei comuni dell’Alta Valsugana sono 4.274: come detto, rispetto ad un anno prima, il dato risulta in calo (-1,5%), in quanto a fine dicembre 2018 le imprese risultavano essere 4.337.
Le imprese attive, sempre a fine 2019, erano 3.943, sempre in calo rispetto all’anno prima (quando erano 4.008; 3.931 erano le imprese attive nel 2017, 4.011 nel 2016, 4.024 nel 2015 e 4.025 nel 2014).
Il settore principale del territorio rimane quello relativo all’agricoltura, silvicoltura e pesca con il 23,4% delle imprese, seguito dal settore delle costruzioni con il 17,7% e dal commercio all’ingrosso e al dettaglio con il 17,4%.
Più distanziati i settori relativi all’attività dei servizi di alloggio e ristorazione con il 9,4% delle imprese e quello relativo alle attività manifatturiere con l’8,5%.
Il numero di addetti totali impiegati nelle imprese con sedi nell’Alta Valsugana, a fine 2019, è pari a 15.093, comprensivo sia degli addetti familiari che dei subordinati: un dato in aumento rispetto al 2018 (+2%, gli addetti erano 14.790), e al 2017 (+4,7%, gli addetti erano 14.411); si era notata una flessione negativa invece nel triennio 2014-2015-2016.
Il settore che impiega il maggior numero di persone è quello relativo alle attività manifatturiere con 2.936 addetti, seguito all’attività dei servizi di alloggio e ristorazione con 2.062 addetti, dal commercio all’ingrosso e al dettaglio con 1.934 addetti, e dalle costruzioni con 1.917 addetti.
Più distanziate agricoltura, silvicoltura e pesca con 1.631 addetti totali e il settore noleggio, agenzie viaggio e servizi di supporto alle imprese con 1.542 addetti. I settori che presentano un aumento maggiore nel numero di addetti sono quello del noleggio, agenzie viaggio e servizi di supporto alle imprese (+277 addetti) seguito dal settore dei servizi di alloggio e ristorazione (+82) e dalle costruzioni (+63). In calo soprattutto il settore del commercio all’ingrosso e al dettaglio (-325 addetti).
Nel dettaglio del Comune di Pergine, centro maggiore dell’Alta Valsugana, a trainare il settore sono le imprese di commercio all’ingrosso e dettaglio (323 registrate, 296 attive con 964 addetti impiegati); l’agricoltura, silvicoltura e pesca (312 registrate e attive, 464 addetti); le costruzioni (289 registrate, 264 attive, 746 addetti); importanti anche per numero di occupati il settore manifatturiero (134 registrate, 125 attive, 956 addetti) e quello dei servizi di alloggio e ristorazione (123 registrate, 105 attive, 543 addetti). Numeri importanti per quanto riguarda l’occupazione anche per i settori del noleggio e agenzie di viaggio (452 addetti), della sanità e assistenza sociale (376 addetti), delle attività professionali, scientifiche e tecniche (293 addetti), del trasporto e magazzinaggio (272 addetti) e delle attività finanziarie e assicurative (258 addetti).

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy