Salta al contenuto principale

Dieci furti in due settimane:

Pergine nel mirino dei ladri

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 30 secondi

Prosegue l’ondata di raid di furti e tentativi di furti in questi ultimi giorni nel perginese.

Dopo le segnalazioni dello scorso fine settimana, con diversi casi a poca distanza l’uno dall’altro nelle frazioni di Costasavina e Susà, in questi ultimi giorni è tutto il perginese ad essere particolarmente preso di mira dai malviventi. Si calcola che, fra furti andati a segno e tentativi di furto, i casi segnalati ai carabinieri siano nell’ordine della decina in neanche due settimane.

Gli ultimi furti segnalati risalgono a martedì mattina, in via Regensburger: i ladri sono riusciti in piena mattina ad entrare in un appartamento di un complesso residenziale, a piano terra, forzando una finestra per entrare e darsi alla fuga in breve tempo. I residenti vicini, capito che stava accadendo qualcosa di strano, hanno solo notato due figure (un uomo ed una donna) darsi alla fuga di corsa.

Sfortuna vuole che lo stesso appartamento sia stato oggetto di furto neanche un anno fa, sempre sotto il periodo natalizio e sempre in orario diurno, con gli inquilini dei vicini appartamenti in casa.

Lo scorso fine settimana, invece, l’entrata in azione dei ladri è stata nel tardo pomeriggio, quando già è passato l’imbrunire ma non è ancora notte fonda. Anche se l’orario non è mai costante, i malviventi pare prediligano appunto questa fascia serale per mettersi all’opera, oppure in altri orari (ieri per l’appunto erano le 11), ma comunque quando vi è la sicurezza che nessuno è in casa. Per questo non è da escludere che, prima di tentare un furto in un’abitazione, l’azione sia stata anticipata da appostamenti proprio per capire le abitudini dei proprietari delle case adocchiate.

Non sempre i colpi dei malviventi vanno a segno, perché sono caratterizzati da una rapidità d’azione notevole: una volta entrati nell’appartamento, la loro attenzione va subito ad oggetti di valore e bene in vista, facilmente asportabili. Quel tanto che basta per scappare pochi minuti dopo.

Per questo i carabinieri chiedono massima collaborazione da parte della popolazione: contattare immediatamente la stazione dei carabinieri di Pergine (0461 531103) non appena si nota qualche cosa di strano, rumori, personaggi mai visti che si aggirano nell’isolato. Anche scattare o fornire immagini agli inquirenti (senza pubblicarle sui social network per creare inutili allarmismi) può rivelarsi prezioso per risalire all’identità dei malviventi.

Sempre legata al tema della prevenzione, anche se non direttamente ai furti in abitazione, è l’attività del gruppo di volontari per l’ambiente ed il patrimonio istituito dal comandante della Polizia Locale dell’Alta Valsugana, Flavio Lucio Rossio. Questa sera ci sarà l’esame finale del secondo corso, che renderà immediatamente operativi una decina di nuovi volontari sui territori comunali di Pergine e Levico. Intensa la loro attività soprattutto durante l’apertura dei mercatini di Natale, per verificare il rispetto delle norme di pulizia e di decoro. Entro fine anno altri Comuni dovrebbero approvare il regolamento per estendere l’azione del gruppo, mentre si annuncia già per i primi mesi dell’anno prossimo la terza edizione del corso.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy