Salta al contenuto principale

La pineta di Tenna non c'è più

Ma ora si pensa al futuro

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 37 secondi

In meno di un anno il paesaggio è completamente cambiato ad Alberé di Tenna. La pineta è ormai un ricordo e ora  non resta più nulla neppure degli alberi caduti. Colpa della tempesta Vaia. Salendo sul colle di Tenna dal lato di Pergine, si ha l’impressione di passare attraverso un luogo sconosciuto: laddove c’era l’ombra rassicurante del bosco, mèta di turisti e di cittadini che in estate scappavano dall’afa del fondovalle, ora c’è un’area brulla, con cumuli di segatura. Un’immagine che toglie il respiro. Il verde della vegetazione non c’è più, se non in lontananza, e sul lato destro della strada c’è un’estensione del colore della terra e del legno.

Vaia ha provocato ad Alberé più di 10mila metri cubi di schianti. Le piante sono state tagliate, il legname venduto. Un lavoro immenso che è terminato nei tempi previsti. Seguirà la riqualificazione, come l’amministrazione comunale ha promesso alla cittadinanza nel corso di un confronto organizzato nei mesi scorsi per  pensare al futuro di Alberè.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy