Salta al contenuto principale

Spaccata al Circolo Tennis Pergine

È il terzo furto in due anni

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 3 secondi
Ennesima spaccata notturna al Circolo Tennis di Pergine, che si trova accanto al parco dei Canopi. È il terzo furto in due anni.
Nella notte fra domenica e lunedì tre ladri hanno forzato la porta dell’ufficio sul retro della struttura di via Petri: sfruttando l’oscurità e la relativa tranquillità del luogo, i tre si sono intrufolati nei locali della direzione rubando i soldi delle iscrizioni del torneo giovanile che si è svolto lo scorso fine settimana. I contanti spariti ammontano a poco più di 100 euro, in quanto fortunatamente il vicepresidente aveva già ritirato il grosso nel pomeriggio di domenica. Mancavano però alcuni pagamenti di alcuni ragazzi, che sono stati messi in una busta della scrivania, dove i ladri hanno avuto vita facile a portare via l’incasso. 
 
Più dell’ammanco in sé, ovviamente, i danni maggiori li registra la struttura, pesantemente danneggiata negli infissi (porta e finestra), che ammontano a diverse migliaia di euro.
I responsabili del centro si sono recati alla stazione dei Carabinieri di Pergine per sporgere denuncia, consegnando ai militari anche la registrazione della telecamera che era stata installata due anni fa dopo l’ennesimo furto. Le immagini inquadrano i tre malviventi, nascosti e coperti, scassinare ed entrare nei locali: di uno dei tre, tuttavia, sono ben chiari i lineamenti del volto. La speranza della direzione è che il fermo immagine possa aiutare a dare un nome ai componenti della banda per porre fine definitivamente a questi furti. 
 
Intanto ci sono novità al Circolo Tennis Pergine. Il sodalizio valsuganotto si è rifatto il look e ha raddoppiato la sua offerta grazie alla realizzazione di due campi in play-It che affiancheranno gli altri due storici rettangoli in terra battuta. Un cambiamento che non potrà che risultare gradito agli appassionati, la particolare elasticità della superficie in play-it garantisce il massimo comfort di gioco, è veloce come un fondo in cemento, ma nello stesso tempo morbida come la terra, e di conseguenza più rilassante per i giocatori, in particolare per tendini, ginocchia e caviglie. Una superficie insomma che esalta il rimbalzo della palla e riduce i traumi alle articolazioni. Omologato per i tornei internazionali il fondo in Play-it è stato scelto anche dalla Federazione per il Centro Tecnico di Tirrenia perché si è rivelato particolarmente adatto ai giovani agonisti. Tutti e quattro i campi del Ct Pergine sono dotati di copertura, una proposta davvero significativa quindi anche per la Scuola Tennis del club seguita dallo scorso anno dall’istruttore Gianluca Pecoraro.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy