Salta al contenuto principale

Baselga di Piné, il progetto della piazza

e i posti auto che andrebbero sacrificati

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 12 secondi
Una nuova piazza e arredo urbano per collegare il centro di Baselga al lungolago di Serraia, ma anche un progetto che sacrificherebbe preziosi posti auto e che non convince residenti e commercianti. 
Erano quasi un centinaio le persone presenti lunedì sera all’incontro promosso dal gruppo di minoranza «Pinè Futura» per illustrare, alla presenza del sindaco Ugo Grisenti e dell’intera giunta comunale, il progetto elaborato dall’ingegner Mauro Facchini per la riqualificazione e l’arredo urbano di corso Roma a Baselga, creando un nuovo spazio verde e d’aggregazione nel piazzale del condominio «Costalta», che oggi accoglie una ventina di posti auto. 
«Un progetto che mai è stato presentato alla cittadinanza e al consiglio comunale, illustrato solo sulle pagine dell’ultimo bollettino comunale - ha precisato la consigliera Graziella Anesi, affiancata dagli ingegneri Flavio Anesi e Sergio Broseghini avvicendatisi tra le fila di “Pinè Futura” -; non solo si sacrificano circa 20 posti auto, ma la piazza nasce senza alcuna condivisione tra residenti e commercianti, dando troppo spazio agli arredi floreali e poco alla visibilità di negozi e servizi offerti».
In sala tanti commercianti e operatori di tutto il centro di Baselga (accanto ad altri consiglieri comunali), che hanno evidenziato la necessità di creare un tavolo di lavoro prima di giungere alla progettazione definitiva dell’opera che per ora presenta un costo di circa 600 mila euro con 425 mila euro per lavori. 
«Il confronto e il dialogo non mancherà e i dettagli su arredo e spazi verdi verranno meglio definiti nell’esecutivo - ha precisato il sindaco Ugo Grisenti - Baselga è totalmente priva di una piazza in centro e da 25 anni le previsioni del piano regolatore (Prg) sono rimaste inattuate. Qualcuno dimentica che le aree della futura piazza sono state concesse al Comune dagli stessi operatori economici per avviare un nuovo spazio aggregativo ben inserito nell’arredo e contesto turistico di Baselga. A 50 metri dall’attuale piazzale, da 3 anni è stata creata un’area che può ospitare sino a 40 posti macchina, il doppio dell’attuale disponibilità». 
In discussione anche la possibilità di creare un parcheggio interrato sotto la nuova piazza: «E’ un’ ipotesi irrealizzabile, sia per i costi che per gli espropri necessari - ha concluso Grisenti -. Baselga attende da sempre una piazza, non sprechiamo l’opportunità di creare un vero luogo di incontro e svago per le famiglie, garantendo sicurezza e tutela a pedoni e ciclisti che frequentano il centro storico». 
«L’incontro è stato positivo - conferma a nome degli organizzatori Graziella Anesi - va rispettata l’attuale immagine e fruibilità di corso Roma, ma garantite aspettative e richieste di chi vive e lavora in centro a Baselga».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy