Panarotta, studio per un campeggio. Lavori per slittovia e innevamento

Lavori in corso per slittovia e innevamento

Il consiglio comunale di Pergine ha dato il via libera all'approntamento di uno studio di fattibilità per la realizzazione di un campeggio in Panarotta: la mozione in tal senso proposta dai gruppi di maggioranza è stata approvata anche col voto della consigliera leghista Donata Soppelsa, mentre i consiglieri di Patt, Pd e Upt si sono astenuti.
 
L’esposizione in aula dell'idea da parte di Alberto Frisanco (Civic@ per Pergine) è stata criticata dal capogruppo del Patt Stefano Tomaselli, che ha evidenziato come la nuova struttura ricettiva andrebbe a interessare un’area gravata da uso civico e di proprietà dell’Asuc di Pergine (finora non coinvolta, ma che sicuramente lo sarà durante la fase progettuale), presentando alti costi realizzativi per i sottoservizi e incertezze gestionali. 
 
Argomentazioni respinte dal sindaco Roberto Oss Emer e dalla maggioranza, che ha ribadito come la promozione e il rilancio turistico della montagna di Pergine passino anche della sua piena valorizzazione e fruibilità durante tutti i mesi dell’anno e da una proposta ricettiva in quota. Ovviamente, ora, all'approvazione dovrano seguire i passi concreti e dunque gli incarichi professionali per arrivare a un progetto.
 
Intanto, in Panarotta, cantieri aperti in vista della prossima stagione invernale. Da alcuni giorni Trentino Sviluppo, che da fine 2015 ha acquisito la titolarità delle strutture ed impianti di risalita, e la società di gestione Nuova Panarotta Srl hanno avviato la realizzazione di una nuova opera di presa d’acqua nei pressi della pista «Rigolor» nel comune di Frassilongo. 
 
«Un intervento che permette di potenziare e sistemare adeguatamente le prese di captazione e ricezione dell’acqua, per migliorare l’intero sistema d’innevamento artificiale - spiega Renzo Gaiga, direttore della stazione sciistica della Panarotta -: ciò permetterà di installare una nuova presa e stazione di pompaggio, per aumentare e rendere costanti i volumi d’acqua necessari a garantire, durante l’intera stagione invernale, l’innevamento programmato nell’intera stazione sciistica». 
 
Accanto al miglioramento di piste e impianti di risalita (tra qualche settimana inizierà anche la revisione annuale di funi e motori), al via anche i primi interventi per la nuova slittovia: «L’asta per il taglio e la vendita del legname indetta dall’Asuc di Pergine ha avuto esito positivo - spiega ancora Renzo Gaiga -. Si tratta ora di stabilire, con la ditta forestale che si è garantita il lotto, i tempi e le modalità per il taglio delle piante. Se tutto procederà nel modo giusto, nel corso della prossima primavera potrebbero essere avviati i lavori per realizzare il tracciato e le varie barriere di contenimento».
 
La pista per slittino, che prevede la partenza alla sommità degli impianti e arrivo alla stazione a valle della pista «Malga», prevede un tracciato della lunghezza di 1.716 metri, con dislivello di 239 metri, pendenza media del 14%, e larghezza di 2,50 metri, e ben 11 diversi tornati e curve con vario raggio. 
comments powered by Disqus