Salta al contenuto principale

Fungaiolo muore nel bosco:

i soccorritori ritrovano senza vita

Fabio Moreschini di Peio

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

Era uscito per andare a funghi, camminando tra i suoi amati boschi, poco dopo pranzo, intorno alle 15, come faceva spesso.

«Resto fuori un’oretta», avrebbe detto alla moglie Enrica, salutandola. Purtroppo, però, a casa non ha fatto più ritorno: Fabio Moreschini, classe 1936, falegname in pensione di Peio, è stato ritrovato morto in serata dopo le ricerche durate per un paio di ore.
Alle operazioni hanno preso parte i Vigili del Fuoco volontari di Peio e Ossana, oltre al Soccorso Alpino e naturalmente ai Carabinieri.

L’uomo ha parcheggiato l’auto in località Mezzoli, tra Peio e Peio Fonti, e si è diretto a piedi per il suo giro a caccia di funghi. Poi, per cause ancora da accertare, la caduta nel bosco: forse uno scivolone, ma Moreschini è ruzzolato in un canalone. Quella parte di montagna è caratterizzata da alcune parti pianeggianti e altre piuttosto scoscese e proprio in uno di quei punto l’uomo avrebbe perso l’equilibrio.  

Servizio completo sull'Adige in edicola

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy