Salta al contenuto principale

Un uomo scivola nel Noce

salvato dopo notte di ricerche

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 6 secondi

Si sono concluse alle 7.30 di questa mattina le operazioni di ricerca di un uomo di 43 anni residente nel comune di Predaia, che è stato trovato, ancora in vita, nelle acque del Noce sotto la frazione di Segno, nei pressi della diga di Mollaro, e poi elitrasportato all’ospedale Santa Chiara di Trento.

L'uomo a quanto pare era scivolato nel fiume ieri sera, l'allarme è stato dato dai familiari.

L’Area operativa Trentino occidentale del Soccorso alpino è stata attivata verso le 2 di questa notte.

Hanno partecipato alle ricerche cinque squadre di terra, due unità cinofile del Soccorso alpino, le unità cinofile della scuola provinciale cani da ricerca e da catastrofe, personale dei pompieri permanenti di Trento e decine di volontari dei vigili del fuoco di Smarano, Coredo, Denno, Nanno,  Taio, Tres, Tuenno e Vervò.

I soccorritori si sono concentrati nella perlustrazione dei sentieri, in una zona particolarmente impervia, mentre i vigili del fuoco hanno ispezionato il fiume con dei gommoni.

L’uomo è stato individuato in acqua poco dopo le prime luci dell'alba, verso le 6.30.

Il coordinatore delle operazioni di soccorso ha fatto intervenire l’elicottero che ha calato sul posto il tecnico di elisoccorso e l’equipe medica.

Dopo i primi accertamenti, l’uomo è stato issato a bordo del velivolo e trasportato in ospedale.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy