Salta al contenuto principale

L'annuncio del ministro Fraccaro

«La Val di Sole tutta biologica

sarà la prima di tutta Italia»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 31 secondi

Basta con i pesticidi: l’intera Val di Sole si convertirà al biologico, e sarà la prima vallata trentina 100% Bio. Lo ha annunciato oggi il ministro Riccardo Fraccaro (Movimento 5 Stelle) illustrando un progetto di valorizzazione turistica destinato alla valle di Sole che dovrebbe diventare, questa l’intenzione, «la prima valle interamente biologica d’Italia».

Il clamoroso annuncio di Riccardo Fraccaro, ministro per i rapporti con il Parlamento e la democrazia diretta, è uno dei tanti temi toccati nell’incontro con i vertici di Confcommercio Trentino, in cui il componente del Governo ha anche spiegato «gli strumenti per rilanciare l’economia nazionale dopo anni di difficoltà». Proprio mentre a Roma l’Istat illustrava dati negativi per il 2019, defininendo «scarsamente influente» il reddito di cittadinanza.

All’incontro - comunica una nota di Confcommercio - c’erano il presidente di Confcommercio Trentino Giovanni Bort con i vicepresidenti Massimo Piffer e Marco Fontanari, il presidente dell’Associazione panificatori Emanuele Bonafini, dell’Associazione Grossisti e Pmi Mauro Bonvicin, il direttore Giovanni Profumo e il consigliere provinciale del M5S Alex Marini.

A proposito della semplificazione, ha ricordato Fraccaro, «ridurre la burocrazia significa accrescere la fiducia e il senso di responsabilità delle aziende e dei cittadini: per questo abbiamo introdotto una serie di norme che puniscono severamente chi intende approfittare di questa fiducia.

Dall’altro lato, è necessario vincere le resistenze interne affinchè anche l’apparato pubblico possa raccogliere le sfide richieste ad un’amministrazione moderna ed efficiente. In un senso più ampio non è sufficiente tagliare alcune righe di una legge per semplificare: paradossalmente si rischia di creare più confusione. Occorre invece riflettere e ragionare approfonditamente per rivedere l’impianto nel suo complesso, non affidandosi esclusivamente all’apporto dei tecnici ma anche a quello di chi, nel contesto normativo e burocratico, vive e lavora, quindi ancora una volta, i cittadini e le imprese».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy