Salta al contenuto principale

Arriva la Fiera dei Ciucioi

spettacoli, visite guidate

e tantissime bancarelle

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 26 secondi

Prelibatezze per la gola, per lo stomaco e per gli occhi. Con la tradizione che strizza l’occhio all’innovazione, alle novità, fra le quali spicca quest’anno la riapertura dello storico giardino Bortolotti, che sarà l’ospite speciale dell’edizione 2019 della Fiera dei Ciuciòi, visto che le dà il nome con cui è più conosciuto.

Fra oggi e soprattutto domenica la fiera, giunta alla 15ª edizione, porterà nel cuore di Lavis qualcosa come 180 bancarelle ed una lunga sfilza di appuntamenti ed eventi che spaziano dall’enogastronomia alla cultura. Ma, come detto, la grande novità sarà rappresentata dalla possibilità di andare alla scoperta del giardino comunemente detto «dei Ciucioi». Durante i due giorni della fiera omonima, infatti, si potrà prenotare per una visita al giardino riaperto da poche settimane ritirando i biglietti direttamente nella casetta della Pro loco nella «Piazza del Gusto» che sarà allestita in piazzetta delle Suore Canossiane. I visitatori del giardino, poi, avranno degli sconti nelle casette e negli stand gastronomici, gestiti dalle associazioni lavisane.

La fiera vivrà del tradizionale taglio del nastro alle 17 di oggii, quando nella piazzetta delle Suore Canossiane si darà il via alle degustazioni dei prodotti tipici e del vino, con tutto intorno musica dal vivo e concerti. Dalle ore 9 di domenica poi serrande sollevate negli stand gestiti dalle associazioni e delle 180 bancarelle, mentre il «Trentino dei bambini» gestirà spettacoli e laboratori per i più piccoli.

Negli spazi della caserma dei Vigili del fuoco sarà possibile visitare i mezzi e le attrezzature del corpo di Lavis, mentre uno spazio lo avranno anche i pony a disposizione dei bambini ed il Mercatino dell’hobbistica e dell’usato.

L’auditorium comunale sarà anche l’epicentro degli eventi culturali. Perché dopo l’esordio con Riccardo Rossi giovedì sera, Paolo Zucca ha portato in scena «L’uomo che comprò la luna». Mentre Anvolt, l’associazione nazionale volontari contro i tumori, oggi alle 20.30 presenterà lo spettacolo «MusiCabaret».

Domenica 1 dicembre, quindi, oltre allo spettacolo «La macchina della felicità» di Flavio Insinna alle 21, sarà la volta anche delle visite guidate. Prenotandosi alla casetta della Pro Loco nella piazzetta del Gusto, infatti, sarà possibile andare alla scoperta dei luoghi storici di Lavis. Restando sempre in tema culturale, poi, durante tutta la giornata di domenica sarà possibile anche visitare tutte le chiese della borgata lavisana e scoprirne la storia. A fare da «Cicerone» in due delle quattro chiese lavisane direttamente il sindaco Andrea Brugnara, mentre in altre due occasioni toccherà alla guida di beni culturali ecclesiastici, Gemma Tabarelli. Si inizierà alle 10 con la visita alla chiesetta di San Lazzaro, quindi alle 11 tutti alla Madonna di Loreto. Nel pomeriggio, alle 14, al centro della visita ci sarà la chiesa di S. Udalrico, mentre quella di San Giovanni Nepomuceno di potrà scoprire a partire dalle ore 15. Anche in questo caso le prenotazioni saranno aperte, nel pomeriggio di sabato e nella giornata di domenica, direttamente all’info point della Pro loco nel piazzale delle Suore Canossiane.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy