Salta al contenuto principale

Fai della Paganella è in gara

per la "Champions League"

dei Comuni fioriti europei

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 32 secondi

Fai della Paganella, in rappresentanza dell’Italia, ha ospitato nei giorni scorsi la giuria internazionale del prestigioso concorso “Entente Florale Europe”. La località turistica dell’altopiano della Paganella (dopo la candidatura di Faedo negli anni scorsi) è stata infatti selezionata sulla base di dieci criteri, tra i quali: i progetti per il futuro e gli orientamenti di sviluppo; l’ambiente (naturale, costruito, pulizia e ordine); il paesaggio; gli spazi verdi; l’educazione ambientale; il coinvolgimento della comunità; il turismo e tempo libero.

«Entente Florale Europe», organizzato dall’associazione no-profit AEFP (European Association for Flowers and Landscape) è una competizione internazionale nata per promuovere un ambiente più verde e piacevole nelle città e nei villaggi europei e stabilire contatti internazionali tra i partecipanti. L’evento finale si terrà a fine settembre ad Haus im Ennstal, in Austria.

A salutare la giuria, oltre al sindaco Gabriele Tonidandel e a gran parte dell’Amministrazione comunale e delle persone che hanno da mesi lavorato per questo evento, anche il vicepresidente della Provincia Mario Tonina.

L’obiettivo di AEFP è di aumentare la consapevolezza dell’importanza dell’ambiente e della cura del verde per una maggiore qualità della vita nelle aree residenziali, urbane e industriali. Un obiettivo che culmina in questa competizione annuale dove le comunità locali sono incoraggiate a cooperare per abbellire le loro città e villaggi, piantando fiori e arbusti, sviluppando e mantenendo spazi verdi e parchi e promuovendo in generale uno sviluppo dal punto di vista ambientale.

Fai della Paganella era stata individuata quale partecipante alla competizione europea in virtù delle vittorie che ha ottenuto negli scorsi anni nell’ambito del concorso nazionale “Comuni fioriti”. Al termine di quattro ore serrate di visita nei punti più significativi del paese, fra i quali anche il centro della Protezione civile, dove i giovani allievi Vigili del Fuoco del paese hanno avuto modo di dare dimostrazione della propria abilità con una breve manovra, apprezzatissima dalla giuria, i giudici provenienti da nove diversi stati europei hanno restituito al sindaco ed ai cittadini presenti nella sala consiliare del comune, un primo sintetico positivo giudizio.

I giudici hanno apprezzato in modo particolare la grande biodiversità, la cura del verde e la qualità delle piantumazioni floreali stagionali, l’attenzione alla sostenibilità ed alle politiche ambientali attuate dal Comune, il grande lavoro e livello qualitativo dell’educazione ambientale che, in sinergia scuola e Comune, hanno attuato e stanno attuando, la grande vitalità delle associazioni e del volontariato, la qualità del sistema ricettivo.

Oltre ai giudizi positivi, la giuria ha formulato anche alcuni consigli e proposte quale stimolo a proseguire sulla strada intrapresa, per migliorare ulteriormente, richiamando il tema della coerenza nelle scelte che soprattutto l’ente pubblico è chiamato a fare per garantire la sostenibilità ed il presidio futuro in un territorio tanto bello, quanto complesso e potenzialmente fragile.

Il report completo verrà restituito in occasione dell’evento finale che si terrà a fine settembre ad Haus im Ennstal, in Austria, durante il quale alle quattordici municipalità europee che hanno partecipato al concorso 2019 verrà comunicato l’esito ed il premio del concorso.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy