Salta al contenuto principale

Un camionista ubriaco

fermato sull'A22

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 12 secondi

Ancora un camionista sorpreso ubriaco alla guida, lungo l’Autobrennero.

Mercoledì pomeriggio, verso le 15.45, gli agenti della sottosezione autostradale della polizia stradale di Trento hanno fermato un mezzo pesante all’altezza del casello di San Michele all’Adige, in carreggiata sud.

L’intervento degli agenti era stato sollecitato da altri automobilisti, che avevano notato il mezzo procedere pericolosamente in maniera incerta, senza mantenere correttamente la propria destra.

Dopo essere riusciti a far accostare il camion, gli agenti hanno subito intuito come il quarantanovenne polacco al volante si trovasse in stato di presumibile ebbrezza alcolica: sguardo e fiato lasciavano poco spazio ai dubbi.

Il camionista è stato così sottoposto a a controllo etilometrico attraverso precursore e, successivamente, con l’etilometro. I valori emersi dalle verifiche hanno copnfermato le prime impressioni, con il 49enne che ha fatto segnare un tasso alcolico compreso tra 1,86 ed 1,88.

Il camionista è stato così accompagnato negli uffici della sottosezione della polizia stradale di via Berlino per essere identificato: ora è indagato, in stato di libertà, per guida in stato di ebbrezza.

La sua patente gli è stata contestualmente ritirata, mentre l’autoarticolato, di proprietà di una ditta di trasporti polacca, è stato affidato, su richiesta della stessa azienda, ad una ditta di recupero e soccorso stradale di Lavis.


Solo qualche settimana fa, il 19 giugno, gli agenti di una pattuglia della polizia stradale erano rimasti feriti dopo che un camionista ubriaco aveva centrato la loro vettura di servizio, mentre i poliziotti stavano tentando di farlo accostare.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy