Lavis, nel 2019 ci sarà tanto da inaugurare

di Nicola Baldo
Un nuovo anno per Lavis che si annuncia essere profondamente importante. Un 2019 che viaggerà su due binari: da un lato si chiuderanno alcuni degli interventi più importanti programmati dall’amministrazione comunale in questa legislatura e, dall’altro, si proseguirà sulla strada per ricucire l’aspetto sociale della borgata.
 
«Questo perché veniamo da un 2018 contrassegnato dall’interramento della ferrovia, che ci permette di ricucire il tessuto urbano di Lavis per rendere ancora migliore la vivibilità - afferma il primo cittadino, Andrea Brugnara -. Ecco allora che, accanto ad opere edili ed interventi, sono in programma dei progetti di riconnessione con tutti i diversi angoli della nostra borgata».
 
Un modo per unire sempre di più la parte centrale di Lavis alle frazioni ed alle periferie. Creando, da un lato, percorsi ciclo-pedonali e viabilistici e dall’altra con un lavoro di comunità. Di portare i lavisani ad impegnarsi in prima persona per la propria comunità. Mentre per quel che concerne le grandi opere questo 2019 sarà, soprattutto, l’anno del Giardino dei Ciucioi. Dopo un lunghissimo periodo di lavori nel prossimo mese di settembre il giardino Bortolotti riaprirà ufficialmente i battenti.
«Quello del giardino è stato un percorso molto lungo - commenta il sindaco - durato oltre quindici anni. Ora nei prossimi mesi si arriverà all’apertura e ad una modalità di gestione che non è semplice ma che diventerà fondamentale per un rilancio della parte alta di Lavis e del centro storico». 
 
Accanto ai Ciucioi ci sono poi altri interventi particolarmente importanti in vista nei prossimi mesi. Opere particolarmente attese dalla popolazione, a partire dalla costruzione della nuova piscina per arrivare alla realizzazione della nuova scuola di Pressano, passando per la nuova palestra di via Mazzini al posto dell’attuale piastra per il gioco libero. «Credo che già a febbraio si potrà partire con la costruzione dell’edificio della nuova scuola elementare di Pressano - prosegue Brugnara - lo scavo ormai è stato fatto e non ci sono stati problemi, adesso si può iniziare a costruire. Così come nei prossimi mesi dovrebbero partire sia i lavori di ristrutturazione della piscina, sia quelli per la palestra di via Mazzini. Avremo tanta carne al fuoco e, soprattutto, questo 2019 sarà un anno nel quale vedremo portare a compimento appunto alcuni di questi interventi importanti che sono stati impostati nel corso della legislatura. Quello che avevamo messo nel nostro programma elettorale è stato fatto tutto, adesso in questo 2019 chiudiamo le opere più importanti e continueremo a lavorare sul miglioramento della vita quotidiana a Lavis». 
 
Attraverso interventi quali la realizzazione di percorsi pedonali, come quello dell’Avisio, o ciclabili all’interno della borgata e verso le varie frazioni. Così da puntare su una mobilità dolce e sicura al tempo stesso. Frazioni e periferie dove si lavorerà soprattutto per la sistemazione di illuminazione pubblica e marciapiedi o con interventi mirati quali, ad esempio, la sistemazione del parcheggio di Pressano o la creazione di un percorso sicuro fra Sorni e Nave San Felice. Accanto ad altri interventi in arrivo anche in centro quali lo sbarrieramento di Palazzo de Maffei, la ristrutturazione del palazzo di via Matteotti accanto al Municipio ed il completamento dei lavori di sistemazione della caserma dei Vigili del Fuoco nella parte dedicata al rimessaggio degli automezzi.
 
«Potrebbe essere insomma - conclude il sindaco - un anno di inaugurazioni questo 2019. Sono molto soddisfatto del gran lavoro fatto dai colleghi di giunta e dagli uffici comunali in questi anni, che ci sta permettendo di portare a compimento praticamente tutto quello che ci eravamo prefissati di fare».
comments powered by Disqus