Salta al contenuto principale

Tra Coveli e Maso Kinderleit

il marciapiede della "fusione"

 

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 11 secondi
Mentre prosegue il processo di accorpamento del Comune di Faedo in quello di San Michele (nella foto il municipio), un primo segnale di unione fra le due municipalità giunge da San Michele, con l’approvazione del progetto esecutivo per la costruzione di un marciapiede che collegherà la frazione Coveli di Faedo a Maso Kinderleit di San Michele.
L’opera costerà 314.000 euro e il progetto è stato redatto dall’architetto Paolo Pedron di Mezzolombardo. Il nuovo marciapiede consentirà di arrivare in sicurezza sino al parco pubblico attrezzato che offre uno splendido panorama sulla Piana rotaliana. Al parco sarà realizzato un attraversamento pedonale con impianto semaforico a chiamata e il marciapiede proseguirà fino a collegarsi con quello esistente nella frazione Coveli. L’intervento sarà finanziato per 140.000 euro con un contributo del Bim dell’Adige e per il restante importo con risorse proprie del Comune di San Michele.
«Finalmente sarà posto in sicurezza un percorso stradale, assai pericoloso, che collega i due abitati - osserva il sindaco Clelia Sandri - nonostante, su nostra richiesta, sia stato ridotto sulla strada per Faedo il limite di velocità a 70 km/h. Però, ridurre la velocità non basta per garantire la sicurezza dei pedoni, di conseguenza si è resa necessaria la costruzione del marciapiede». 
Entro il mese di dicembre il Comune di San Michele bandirà la gara d’appalto e i lavori potrebbero iniziare già durante la prossima primavera. La fusione tra i due comuni è già cominciata.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy