Salta al contenuto principale

«Era solare e impegnata»

Lacrime per Valeria, 16 anni

morta nell'incidente di Preore

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
3 minuti 9 secondi

Sgomento, incredulità e tanta, tantissima tristezza. È andata a dormire così, dopo un paio d'ore ad assistere impotente al viavai di elicotteri e mezzi di soccorso, la comunità di Zuclo, oggi frazione del comune di Borgo Lares, attonita e frastornata dalla notizia arrivata nel tardo pomeriggio di ieri: una vita spezzata, nel bel mezzo dell'adolescenza dove la spensieratezza e la voglia di vivere prevalgono, o così dovrebbe essere, quasi sempre sui brutti pensieri.

Appunto, quasi sempre. Un destino beffardo e atroce quello riservato alla giovanissima Valeria Artini, sedicenne di Zuclo, che sabato ha perso tragicamente la vita a pochi passi da casa mentre era in macchina con altri tre amici. 

in condizioni gravissime ed altri due giovani, una quindicenne e un altro ventiduenne feriti. L'incidente stradale che ieri ha coinvolto i quattro amici mentre scendevano dalla Val Rendena verso Comano. Erano le 17.50 e la Toyota Yaris su cui viaggiavano stava per arrivare a Preore quando in curva è uscita di strada, finendo contro alcuni alberi e poi cappottandosi.

Valeria, studentessa del «Guetti» di Tione e atleta del Brenta Volley, è morta sul colpo.

Era persona attiva nell'attività del paese come ricorda l'attuale sindaco di Borgo Lares, Giorgio Marchetti . «Non ci sono parole - commenta il primo cittadino di Borgo Lares - per descrivere la tragedia che ha colpito la famiglia della povera Valeria. Un pensiero va a Paolo, ex sindaco di Zuclo e persona presente in ogni attività e manifestazione proposta in paese. È stato tra gli uomini cardine che hanno contribuito in maniera attiva alla fusione dei comuni di Zuclo e Bolbeno. Anche i figli hanno da sempre seguito le orme del padre e per la nostra comunità la scomparsa di Valeria rappresenta una perdita enorme. Un vuoto improvviso che ci lascia davvero sgomenti e impotenti di fronte a una situazione inspiegabile».

La sedicenne, oltre che essere membro attivo della Pro Loco di Zuclo, giocava a pallavolo nella squadra giovanile della compagine tionese del Brenta Volley.

«Era una ragazza - prosegue il sindaco - inserita nelle dinamiche sociali del paese. Volenterosa, solare e sempre disponibile. Sembrano pensieri e parole ricche di retorica ma non lo sono affatto. La sua famiglia è una delle famiglie pilastro per la comunità di Zuclo. A loro un pensiero e un abbraccio di cuore in questo tragico e assurdo momento».

Ciao Valeria,

Ti abbiamo vista crescere in mezzo a noi, con le tue compagne, in questi bellissimi anni di Tua gioventù ora sbocciata nell’adolescenza. Tu, come Carla e Enzo, sempre presenti nelle nostre palestre e nei nostri tornei estivi. Come sempre presenti, alle vostre partite, la Tua mamma Cinzia e il Tuo papà Paolo.

E’ con le lacrime agli occhi che Ti salutiamo, difficile tramutare in parole i sentimenti di tutti noi che cercheremo di stare vicino alla Tua famiglia, duramente colpita. Non Ti dimenticheremo!

In tanti anni di attività, siamo ora partecipi di una tragedia immensa che ieri ha coinvolto la nostra atleta Valeria Artini, parte della squadra Under 17 femminile dell’ASD Brenta Volley. Una ragazza impegnata, partecipe e amante della pallavolo, anche presente a ”dare una mano” ai raduni del minivolley, ai tornei estivi e punto di riferimento nei vari “gruppi squadra” in cui è cresciuta in questi anni.

Se non c’era il Covid, ieri, forse eri in palestra a fare la partita… e non ti sarebbe successo! Parole comunque poco utili ad affrontare l’accaduto.

Una tragedia simile ad altre, che spezzano la vita di nostri giovani e lasciano ferite sempre aperte nel cuore di tutti!

Una atleta del ASD Brenta Volley, come lo sono stati il fratello Enzo e la sorella Carla, attualmente aiuto allenatore dell’Under 14 femminile.

Ci stringiamo tutti, atleti, allenatori, collaboratori e Direttivo dell’ASD Brenta Volley alla Tua famiglia, in un grande abbraccio 

Per l’ASD Brenta Volley
Il Presidente
Stefano Parolari

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy