Salta al contenuto principale

Campiglio è già innevata

il 21 novembre si scia:

ecco le novità (anti-Covid)

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
4 minuti 51 secondi

È il 16 ottobre 2020 e a Madonna di Campiglio e Pinzolo attendono l’insolito arrivo autunnale del Giro d’Italia (21 ottobre traguardo a Campiglio della 17esima tappa, 22 ottobre partenza da Pinzolo della 18esima prova) mentre la prima neve imbianca le piste della Skiarea Campiglio e annuncia l’arrivo dell’inverno.

Le date. A Madonna di Campiglio la stagione è alle porte. Ci spiega un comunicatop stampa dell’Apt che «Nell’agenda delle Funivie campigliane l’apertura ufficiale di impianti e piste al Grostè, l’area a maggiore altitudine del comprensorio sciistico, è fissata il weekend del 21-22 novembre. Gli altri impianti e piste di Campiglio saranno accessibili dal 28 novembre, mentre la Skiarea, con i collegamenti attivi verso Pinzolo-Doss del Sabion e Folgarida-Marilleva, sarà operativa dal 3 dicembre. Ultimo giorno di apertura? Il 18 aprile 2021».

Un nuovo gioiello. L’Apt annuncia che «la nuova cabinovia 10 posti Fortini-Pradalago è pronta “a girare”. Sostituirà la seggiovia costruita all’inizio del nuovo millennio e, con il posizionamento della stazione di partenza dalla parte opposta della strada e altri interventi al parcheggio adiacente, ridisegnerà tutta l’area “Fortini-Grostè”. Classe D-Line, il nuovo impianto di risalita costruito da Doppelmayr è a basso impatto energetico, capace di garantire limitate emissioni sonore, minori vibrazioni e un maggior rendimento. Ha una portata di 3.600 persone/ora e una velocità di 6 metri/secondo, è lungo 2.432 metri e copre un dislivello di 456 metri».

Le ruspe si sono spente anche a Pinzolo: «conclusa lo scorso anno la realizzazione del bacino per l’accumulo dell’acqua in area Grual (93.000 metri cubi di acqua che garantiscono, in 90 ore di freddo, copertura e sciabilità di tutte le piste), si stanno ora concludendo i lavori di ripristino e sistemazione dell’area attorno al laghetto e l’ampliamento della parte finale dell’adrenalinica pista “Grual nera”».

Ma si guarda avanti, con continui investimenti. L’intervento per realizzare la nuova “Fortini-Pradalago” è costato 13 milioni di euro. In tutta la Skiarea, gli investimenti programmati nel corso del 2020 dalle 3 società funivie (Pinzolo, Madonna di Campiglio, Folgarida-Marilleva), per miglioramenti dedicati all’ampliamento di piste da sci, alla rete di innevamento programmato, agli impianti di risalita e ai servizi, raggiungono la cifra di 24 milioni di euro.

La stagione reggerà alla pandemia Covid? Campiglio e Pinzolo guardano alla digitalizzazione: «Riferita ai servizi già sperimentati la scorsa estate, sarà il lasciapassare per un inverno che cerca modi nuovi e sicuri per convivere con la complessità della pandemia. Su questo aspetto, seguendo le indicazioni governative dei Dpcm e della Provincia Autonoma di Trento, si stanno mettendo a punto diverse iniziative.Verranno incentivati il più possibile la prenotazione online dei servizi, l’acquisto online degli skipass e i pagamenti elettronici, anche con sistemi che evitino il passaggio alle biglietterie. Le società proprietarie degli impianti di risalita si stanno organizzando per garantire il rispetto del distanziamento nelle zone di attesa, tracciare percorsi definiti per la gestione dei flussi e adottare sistemi di gestione delle code. Tutti gli impianti saranno puliti e disinfettati quotidianamente ed è prevista la loro sanificazione periodica. Per quanto riguarda la mobilità, sarà aumentato il numero dei mezzi in modo da rispondere a eventuali limiti imposti sulla capienza massima».

Così «Anche nei rifugi e ristoranti in quota sarà proposta la prenotazione anticipata e online, con prolungamento degli orari di somministrazione e la valorizzazione di spazi esterni riscaldati. Nei noleggi, come, per altro, a Pinzolo e Madonna di Campiglio avviene già da tempo, saranno preferiti metodi alternativi al noleggio tradizionale, invitando al ritiro su appuntamento e alla consegna in hotel dell’attrezzatura».

Gli skipass. «Da giovedì 29 ottobre inizierà la vendita degli skipass annuali e stagionali Superskirama (validi non solo a Madonna di Campiglio e Pinzolo, ma su tutti i 400 km di piste degli 8 comprensori sciistici del Trentino occidentale), proponendo una nuova formula di tutela a favore degli sciatori. Sarà introdotto un numero minimo di giornate garantite al di sotto delle quali sarà possibile ottenere la restituzione parziale del costo sostenuto per l’acquisto della tessera».

Ci sarà l’evento dell’anno, la 3Tre? Confermato che lo slalom by night dell’Audi FIS Ski World Cup accenderà il Canalone Miramonti a Madonna di Campiglio il 22 dicembre 2020. Nella gara italiana più antica della Coppa del Mondo di sci alpino gareggeranno i più forti sciatori del globo. Due le manche previste: la prima alle 17.45, la seconda alle 20.45.

Fra le novità c’è l’igloo: la “casa” di ghiaccio costruita dalle Guide alpine di Madonna di Campiglio nei boschi del Parco Naturale Adamello Brenta dove si trascorreranno una notte e un’alba, con cena e colazione, da vivere con spirito avventuroso, completamente immersi nella natura. Si dorme su letti di neve attrezzati con sacco a pelo invernale.

E per chi non ama gli impianti? «Confermato, per due sere a settimana, il lunedì e giovedì, lo sci alpinismo in notturna lungo tracciato dedicato tra la località Fortini e il Rifugio Graffer, mentre i mezzi battipista impegnati nella manutenzione quotidiana della Skiarea osserveranno alcune ore di stop».

La situazione oggi: lo snowpark Ursus è bianco


L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy