Salta al contenuto principale

Si rovescia nella scarpata

per 70 metri: ferita una 73enne

Trovata da alcuni cacciatori

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 28 secondi

Se l’è davvero vista brutta ieri pomeriggio una 73enne di Agrone, una delle frazioni di Pieve di Bono, che a bordo della sua auto è uscita di strada, finendo lungo una scarpata.

La donna, Alda Armani, verso le 13.30 stava salendo da Praso verso malga Stabolone, lungo una strada forestale lunga una ventina di chilometri che si porta in quota: quando piove non è raro che l’amministrazione comunale di Valdaone sia costretta a diramare messaggi di allarme per interdire il transito.

Doveva raggiungere un fienile ma, giunta in località Valoèra, poco prima di malga Varassone, dove ci sono i fienili di Por (altra frazione di Pieve di Bono-Prezzo) la signora deve essere stata tradita da una manovra errata, o dal fondo stradale sconnesso. La sua Panda si è avviata fuori controllo lungo un pendio scosceso. Buon per lei che dopo una settantina di metri, durante i quali la vettura si è rovesciata più volte, la vettura si è bloccata contro un gruppo di piante. Così non fosse stato, per la donna il rischio di finire nel fondovalle dopo un volo ben più drammatico, sarebbe stato concreto.

Un altro fattore è andato incontro alla signora Armani: un gruppo di cacciatori si trovava in zona e, come racconta uno di loro, Nicola Pellizzari, «abbiamo sentito il suono prolungato di un clacson. Con il binocolo abbiamo cercato, finché abbiamo individuato la macchina in fondo al pendio. Siamo accorsi e abbiamo trovato all’interno la signora, chiamando subito il 112». Subito sono stati mobilitati Soccorso alpino e ambulanza. Si è levato in volo pure l’elicottero, che però non ha potuto atterrare se non al campo sportivo di Praso, dove poi l’ambulanza ha condotto la donna. Alda Armani è stata poi trasferita in volo al Santa Chiara di Trento, dove si trova non in pericolo di vita.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy