Salta al contenuto principale

Beccati i furbetti dei rifiuti

Tre sanzioni in pochi giorni

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 13 secondi

Terza sanzione nel giro di pochi giorni per i furbetti dei rifiuti. La Polizia locale delle Giudicarie ha comminato tre multe ad altrettanti cittadini che non avevano rispettato le norme per il deposito dei rifiuti. Due i sanzionati a Porte di Rendena e uno a Tione.

Continuano quindi le campagne di sensibilizzazione e di persuasione per cercare di far capire ai cittadini l’importanza di una gestione dei rifiuti puntuale e rispettosa  per l’ambiente ma anche per le tasche dei cittadini che con una giusta ed oculata raccolta possono calare anche le tariffe.

In Giudicarie la raccolta differenziata ha toccato punte molto alte ma rimane ancora insoluto il problema della qualità del rifiuto differenziato. Molto spesso succede che per pochi utenti che smaltiscono i loro rifiuti in modo scorretto si ottenga una raccolta di carta,  plastica, organico e vetro così “sporca” che diventa un costo aggiuntivo per tutta la comunità. Infatti se il materiale differenziato è di buona qualità, la Comunità delle Giudicarie ente gestore del servizio riceve un quid al quintale, mentre se è “sporcata” da altro materiale deve pagare per poterla smaltire con un inevitabile aumento del costo del servizio e quindi delle tariffe per gli utenti.

Da qui la necessità di informare i cittadini con delle campagne ma anche di sanzionare quegli utenti che non rispettano le regole. È in quest’ottica che le Polizie locali in tutte le Giudicarie stanno agendo facendo contravvenzioni a chi smaltisce i rifiuti in modo scorretto.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy