Salta al contenuto principale

La Val Rendena finalmente respira

Riaperto il ponte di Strembo 

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 58 secondi
 Natale si avvicina e per gli automobilisti in transito da e per la Val Rendena è già tempo di scartare i regali.
Dal primo pomeriggio di giovedì infatti il ponte della circonvallazione Strembo-Caderzone, chiuso dall’agosto 2017 in seguito ad un cedimento strutturale, è transitabile.
Per la struttura, inaugurata nel 2005, i lavori sono durati quasi un anno e mezzo. Diversi gli interventi inseriti nell’accordo condiviso dalle parti interessate - Provincia, progettisti, costruttori e direzione lavori -  che, in questi mesi, si sono susseguiti. Tra questi, in particolare, la sistemazione dei vincoli di ancoraggio a sud con una struttura in carpenteria metallica. Nei giorni scorsi inoltre è stato fresato e riasfaltato il manto stradale e demolito il bypass realizzato per far defluire il traffico all’esterno degli abitati.
A dare il via libera alla riapertura l’esito positivo del test finale effettuato poco più di una settimana fa attraverso delle prove di carico monitorate. A Strembo, Caderzone Terme e Bocenago si torna quindi alla normalità. «Finalmente - commenta il sindaco di Strembo, Guido Botteri - siamo riusciti ad aprire il ponte. Da parte mia e di tutti gli amministratori dei comuni limitrofi penso non possa che esserci grande soddisfazione anche perché le conseguenze della chiusura erano evidenti e lo sono state anche in questi ultimi giorni».
All’inizio della settimana infatti, per permettere i lavori gli automobilisti sono stati fatti transitare temporaneamente sull’ex strada provinciale tra Strembo e Caderzone. «Penso che questo - aggiunge Botteri - debba far riflettere anche sulla viabilità della Rendena che va presa in mano per avere un’alternativa anche nei tratti Caderzone-Pinzolo e Villa Rendena-Spiazzo».
Dello stesso avviso Marcello Mosca, sindaco di Caderzone Terme: «sicuramente siamo tutti contenti. Purtroppo siamo andati oltre perché si pensava di poter riaprire per l’inverno scorso, poi in estate e infine adesso. Quel che è certo è che in questa settimana con il traffico che è passato all’interno dei paesi ci si è resi conto di cosa voglia dire avere la strada principale nei centri abitati. Non siamo più abituati ad un flusso di mezzi così abbondante. Credo che sarebbe importante che si desse priorità alla viabilità della Val Rendena». Doppia soddisfazione per Bocenago, che come ha sottolineato nei giorni scorsi il sindaco, Walter Ferrazza «ha anche la possibilità di tornare ad utilizzare la strada che scende verso Strembo». Infine, un plauso arriva dall’assessore provinciale Roberto Failoni.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy