Salta al contenuto principale

Primi cartelli Unesco

nei territori delle Dolomiti

La novità a Madonna di Campiglio

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 57 secondi

Sono stati posizionati nei giorni scorsi a Madonna di Campiglio, nel comune di Tre Ville, i primi cartelli segnaletici indicanti l’appartenenza del comune al territorio delle Dolomiti patrimonio Unesco. L’iniziativa prevede una cartellonistica dedicata che segnala che si è nel Bene Naturale Dolomiti Unesco che sarà posizionata nei territori dolomitici del Trentino, Val di Fiemme, Val di Fassa, Primiero, Val Rendena (Latemar, Catinaccio, Marmolada, Pale di San Martino, Dolomiti di Brenta).
A distanza di 8 anni dalla proclamazione Unesco prosegue il lavoro che la Provincia autonoma di Trento svolge, di concerto con gli altri 4 territori (Bolzano, Belluno, Pordenone e Udine), per armonizzare le politiche di gestione del Bene, che fa capo alla Fondazione Dolomiti. Grandi e belle foto con la scritta Dolomiti Unesco e il gruppo di riferimento campeggiano già lungo le strade delle Dolomiti trentine. In Val di Fiemme, così come in Val di Fassa, nel Primiero e in Val Rendena a nessun abitante, turista o persona di passaggio può sfuggire che quello che si sta attraversando è un territorio dolomitico appartenente al Patrimonio dell’Umanità. Una modalità che accomuna anche la Provincia di Bolzano ed territori veneti e friulani delle Dolomiti.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy