Salta al contenuto principale

Furti a raffica sulle auto

in val di Fiemme e Cembra:

4 agli arresti domiciliari

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 49 secondi

I carabinieri della Compagnia di Cavalese hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di arresti domiciliari nei confronti di 4 persone di etnia rom, considerate responsabili di furti su auto compiuti in Trentino.

L'indagine è partita nell'inverno dell'anno scorso, dopo svariati furti su auto parcheggiate nei piazzali di impianti sciistici, agriturismi e strutture sportive, nelle località delle valli di Fiemme e Cembra e a San Martino di Castrozza. I ladri, approfittando dell'assenza dei proprietari, avevano forzato i finestrini o le portiere di numerose auto rubando oggetti lasciati nell'abitacolo, tra cui bancomat e carte di credito, che venivano poi usate per prelievi fraudolenti.

Dopo aver individuato nell'aprile 2019 tre degli odierni arrestati, in località Ganzaie di Cavalese, mentre si stavano aggirando in parcheggi isolati, i carabinieri hanno esaminato i filmati delle video sorveglianza a bancomat e negozi e condotto altri accertamenti che hanno portato ad attribuire agli indagati la responsabilità di 20 furti su auto con effrazione, oltre a 4 prelievi fraudolenti, con bancomat o carte di credito appena asportate, per complessivi 16.000 euro.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy