Salta al contenuto principale

Dalla Svizzera a Venezia

in treno attraverso le Dolomiti

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 52 secondi

Trasporti, urbanistica, paesaggio per una nuova programmazione del modello economico-territoriale. È il titolo del convegno organizzato da Transdolomites sabato prossimo al Muse di Trento (al via alle ore 10 la sessione giovanile, dalle ore 14 quella più tecnico-politica) per rilanciare il "sogno" di un collegamento ferroviario del Trentino, e dell'Alto Adige, sull'asse ovest-est, dalla Svizzera a Venezia attraverso le Dolomiti. Il convegno si pone nel solco delle iniziative già promosse da Transdolomites a Milano alla Camera di Commercio Svizzera con l’intento di dare un taglio sempre più progettuale e coinvolgente nell’area alpina orientale. Si parlerà di tre ipotesi di collegamento fra Zurigo, Trento e Bolzano, verranno portate le esperienze elvetiche e si ricorderà l'attualità di alcuni storici progetti di inizio Novecento, come il collegamento Tirano-Val di Sole attraverso l'Aprica e il Tonale. Ferrovia non solo come infrastruttura sostenibile più moderna della gomma, ma anche come motore di sviluppo, soprattutto turistico. Nel sogno di una ferrovia transdolomitica che metta in rete anche il Trentino, collegandolo ai "treni dei ghiacciai" svizzeri a ovest e a Venezia ad est.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy