Salta al contenuto principale

Tragico lancio dal Brento

Muore un jumper rumeno

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 33 secondi

Un jumper quarantenne di nazionalità rumena è morto questo pomeriggio dopo un lancio dalla cima del monte Brento, in Trentino.

L’uomo, salito sul monte assieme ad un gruppo di connazionali si è lanciato dal Becco dell’Aquila ma, forse per un malfunzionamento della tuta alare, il paracadute non si è aperto.

Il jumper si è quindi schiantato alla base della parete dopo un volo di alcune centinaia di metri. Sul posto sono intervenuti gli uomini del soccorso alpino e i sanitari, i quali non hanno potuto fare altro che accertare il decesso dell’uomo.

Il monte Brento, molto noto agli appassionati del jumping, nel corso degli anni è stato teatro di numerosi incidenti mortali.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy