Salta al contenuto principale

Il nuovo videoclip de «Il Volo»

girato ieri al lago di Tenno

Poche ore tra i colori autunnali per i tre tenori vincitori del Festival di Sanremo di quest'anno. La clip pronta già a fine mese, ottima promozione per il Garda trentino

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 42 secondi

Le note dell’ultimo successo canoro che si espandevano tutt’attorno nell’aria. Una troupe televisiva, un mezzo del comune di Tenno con personale, una barca a remi ormeggiata a ovest della sottile striscia di ghiaia che collega la sponda a sud del lago di Tenno con l’isola che, a causa della scarsità d’acqua, si forma sempre quando l’affluente del piccolo, incantevole specchio d’acqua tennese rimane a secco.

Sul sentiero arriva una Land Rover bianca, scendono tre ragazzi, corrono verso la sponda, prendono dei sassi e li lanciano nel lago. L’acqua, smossa dalle pietre che vi cadono dentro, s’increspa nel suo color turchese. Poi i tre salgono sulla barca, remano un po’, attraccano nuovamente e cantano a squarciagola.

Loro sono «Il volo», il trio di ragazzi vincitori del Festival di Sanremo 2015 in testa alla vendita di dischi con il loro ultimo lavoro «L’amor si muove», disco d’oro con oltre 25 milioni di copie vendute. Due tenori, Pietro Barone e Ignazio Boschetto, un baritono, Gianluca Ginoble arrivati sulle sponde del lago di Tenno per essere protagonisti di un video musicale, che molto probabilmente servirà ad accompagnare il loro prossimo lavoro. Un’ipotesi, perché la stretta sorveglianza attorno ai tre si è chiusa nel logico riserbo, ma che non ha impedito a chi passasse da quelle parti ieri mattina di ascoltare le note della canzone che accompagnava le riprese, ovunque.

Riprese che hanno immortalato il lago di Tenno anche dall’alto, grazie a un drone che si è librato in volo per catturare gli splendidi colori autunnali che si specchiavano nelle acque turchesi del piccolo specchio d’acqua, «preda» d’estate di numerosi bagnanti. Una location come si usa dire, che non ha bisogno d’effetti particolari per lasciare a bocca aperta chiunque vi passi in questo periodo, e che avrà certamente “catturato” qualcuno dello staff dei tre cantanti abbastanza da lasciargli decidere di girare qui lo spot.

Al termine l’amministrazione comunale tennese - c’erano il vicesindaco Giuliano Marocchi e Ugo Marocchi - ha voluto incontrare i tre tenori e donare loro un piccolo segno di riconoscenza, un grazie per aver voluto girare sulle sponde del lago questo spot che sarà visto, è molto probabile, da milioni di fans e appassionati dei tre. Una carriera rapida quella dei tre, si sa, partita da un’esibizione in un programma televisivo nel 2009, dove hanno letteralmente sbaragliato la concorrenza in gara. Poi la firma con una casa discografica americana, i tour in giro per il mondo, le partecipazioni televisive. Proprio durante un passaggio su Rai Uno a «Porta a Porta» i tre sono stati nominati i più giovani ambasciatori Unicef Italia.

Giovedì 5 novembre scorso, infine, si sono resi brillanti protagonisti della consegna di un Tapiro d’Oro da parte dell’inviato di «Striscia la notizia» Valerio Staffelli per la nota vicenda della stanza di un albergo di Locarno lasciate in disordine e sporche. Notizia smentita ufficialmente dallo stesso direttore dell’albergo, e che i tre hanno accolto con entusiasmo al momento della consegna dei tre tapiri.

Per il Garda trentino, l’ennesima testimonianza di un territorio scelto per le sue caratteristiche uniche, e che la voce dei tre italiani saprà rendere ancora più unico mentre si ascolteranno le loro canzoni.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy