Salta al contenuto principale

Da Ledro alla Boemia, cent'anni fa

il grande esodo prima della guerra

Ieri sera a Mezzolago rievocazione con 150 figuranti coinvolti

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 35 secondi

Cent'anni fa. Oggi. Era il 23 maggio 1915 e l'Italia si apprestava ad entrare in guerra. Agli oltre tremila abitanti della valle di Ledro, l'ordine perentorio di lasciare le case, le attività, gli animali, ogni avere. E di abbandonare al più presto i paesi, le amate montagne, il lago. Che sarebbero presto diventati fronte militare.

“Pochi giorni”, venne detto loro. Ma l'allontanamento forzato si rivelò ben presto un viaggio lungo, verso la Boemia e la Moravia, terre straniere dalle quali poterono fare ritorno solo quattro anni dopo.

Ieri sera, a Mezzolago, oltre 150 persone hanno ricordato quei tristi momenti, mettendo in scena lungo le strade del paese una toccante rievocazione

LA PHOTOGALLERY

 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy