Salta al contenuto principale

La drammatica testimonianza di Daniel Bedin

dopo una dura battaglia col Covid in terapia intensiva

«L'ho sottovalutato, poi non puoi farci nulla» - Video

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 56 secondi

 

Daniel Bedin, direttore della Ripartizione provinciale Patrimonio a Bolzano, ha 47 anni ed è da sempre un supersportivo, un atleta molto in forma, che si allena più volte a settimana. Nei giorni di Natale, però, la sua vita è cambiata improvvisamente e il destino lo ha gettato nell’incubo Covid. Il 26 dicembre è stato ricoverato in terapia intensiva. E lì ha avuto paura, tanta paura. Paura di non farcela, dopo che lui stesso ammette, aveva sottovalutato la situazione. Adesso, dopo una lotta durissima, sta meglio, ma ci mette in guardia tutti, con questa bellissima, toccante intervista rilasciata da letto d’ospedale ad Andrea Pizzini, autore del video.

«Vaccinatevi tutti, appena potete, perché il Covid-19 non fa sconti davvero a nessuno. Nemmeno a chi - come me - ha sempre praticato sport 4-5 volte alla settimana e ha giocato a pallone una vita», racconta.

Adesso non vede l'ora di uscire e di riabbracciare la sua famiglia: la moglie Fabiola e le due figlie Sophie (16 anni) e Marie (11 anni), da cui potrebbe aver preso il Covid.Come sta adesso?«Meglio grazie. «La gente deve sapere che questo virus non risparmia nessuno, sportivi compresi».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy