Salta al contenuto principale

A 45 anni muore di polmonite:

indagato il medico di base

risarcimento di oltre 1 milione 

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 37 secondi

Si è svolto oggi in tribunale a Bolzano, l’incidente probatorio nell’indagine che vede un medico di base di Bolzano indagato di omicidio colposo per la morte di una sua paziente. La donna aveva 45 anni e solitamente godeva di buona salute. Nel gennaio 2018 morì a causa di una polmonite batterica.

Secondo l’accusa, sostenuta dalla Procura di Bolzano, il medico non avrebbe effettuato una corretta diagnosi e non prescisse alcuna cura a base di antibiotici.

Oggi sono stati sentiti i periti del giudice, del pm e della difesa. Concluso l’incidente probatorio, toccherà ora alla Procura chiedere o meno il rinvio a giudizio del medico indagato.

Nel frattempo è stato già disposto un risarcimento danni ai familiari della vittima di oltre un milione di euro.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy