Salta al contenuto principale

Caccia a marmotte e volpi

Durnwalder condannato, pagherà

mezzo milione di euro di danni

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 51 secondi

L’ex presidente della Provincia di Bolzano Durnwalder e l’ex direttore dell’ufficio caccia e pesca Heinrich Erhard erano stati condannati, nel 2018, dalla Corte dei Conti d’Appello al pagamento di 568.000 euro ciascuno per aver emanato decine di decreti che consentivano ai cacciatori altoatesini l’uccisione di migliaia di animali selvatici (volpi, marmotte e varie specie di uccelli) protetti dalle normative europee.

La sentenza aveva dato ragione alla Lav, la lega anti vivisezione, che aveva impugnato i vari provvedimenti provinciali emessi negli anni che avevano dato il via libera all’uccisione di migliaia di animali. Secondo quanto scrive oggi il sito Salto, ora la sezione centrale della Corte dei conti ha ammesso un rilievo della difesa, ed ha corretto un errore materiale nella sentenza, relativo al sistema di quantificazione del danno erariale. Il nuovo conto da pagare appare quindi alleggerito di 200mila euro: Durnwalder ed Erhard dovranno pagare infatti 468.000 euro a testa.

Il ricorso era stato promosso dalle associazioni animaliste LAV (Lega Anti Viviseziuone) e LAC (Lega per l'abolizione della caccia). 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy