Salta al contenuto principale

Fuga di monossido da caldaia

Il padre salva la figlia e crolla

Alla mamma pensano i pompieri

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

Poteva finire in tragedia una fuga di monossido di carbonio in un appartamento nel centro storico di Bolzano. I carabinieri, assieme ai vigili del fuoco e la Croce bianca, sono intervenuti in via Conciapelli, dove tre persone sono rimaste intossicate e una di esse ha seriamente rischiato di morire.

Un padre sessantaquattrenne era riuscito a stento a portare fuori la figlia ventisettenne ormai incosciente ma per il malore dovuto all’intossicazione non era riuscito a rientrare per salvare la moglie ma solo, con un ultimo sforzo, a chiamare il 112.

I due carabinieri della sezione radiomobile, giunti rapidamente sul posto e sentito che in casa c’era un’altra persona, non hanno esitato - in apnea trattenendo il respiro - a entrare e a trarre in salvo la donna. La famiglia è stata ricoverata per le cure in camera iperbarica all’ospedale di Bolzano.

Nel frattempo i vigili del fuoco del corpo permanente di Bolzano hanno riscontrato un malfunzionamento della caldaia a gas.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy