Salta al contenuto principale

Una cinquantina di turisti

in un hotel in Val Ridanna

colpiti da dissenteria

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 12 secondi

In un albergo della val Ridanna, in Alto Adige, l'hotel Schneeberg, si sono registrati ieri sera una cinquantina di casi di ospiti con disturbi intestinali. 

E' scattato il protocollo di emergenza sanitaria per sospetta intossicazione, ma poi si è accertato che i disturbi sono stati causati da un semplice virus gastrointestinale.

Anche da Bolzano si sono recate sul posto ambulanze e il corpo permanente dei vigili del fuoco.

Prima di cena alcuni clienti hanno avvertito sintomi di dissenteria, nel corso della serata altre persone hanno accusato gli stessi disturbi.

A questo punto il medico intervenuto sul posto ha fatto scattare il protocollo per intossicazioni diffuse.  

Nessuno degli ospiti dell'albergo è in pericolo di vita.

Si tratta di una cinquantina di casi per i quali è stato creato un posto medico ad hoc nella Musiksaal di Ridanna con una mobilitazione straordinaria di vigili del fuoco e personale sanitario. Una ventina per accertamenti sono stati portati in ospedale, molti sono già rientrati in alberto o a casa.

Questa mattina in un comunicato i titolari dell'Hotel Schneeberg hanno precisato: «Il bollettino medico ha confermato che si è trattato di un virus intestinale che si trasmette per contatto, la problematica, partita da alcuni ospiti che soggiornavano in struttura da 4 giorni, è stata subito isolata e l'hotel ha adottato tutte le precauzioni igienico-sanitarie previste dal protocollo in questi casi».

Il problema è stato dunque arginato e risolto. Da questa mattina non si sono più verificati nuovi casi.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy