Salta al contenuto principale

Alto Adige: pre-allarme arancione

A22 sempre a una corsia verso nord

Quasi 10mila famiglie ancora senza luce

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 46 secondi

Confermato in Alto Adige lo stato di pre-allarme maltempo (Bravo - arancione), il terzo su una scala di quattro, alla luce della nuova forte perturbazione che raggiungerà questa notte la provincia con nevicate sopra i 700 metri.

La decisione è stata presa dal Centro funzionale provinciale dell’Agenzia per la protezione civile al termine di un vertice a Bolzano.

E’ stata riaperta la strada della Val Badia, così come il collegamento Ponte Gardena-Pontives.

E’ nuovamente raggiungibile Nova Levante, e anche Nova Ponente può essere raggiunta ma solo con il percorso che passa da Ora, Montagna e Aldino.

Tra le 22 e le 8 di domani mattina, causa l’elevato pericolo di smottamenti, sarà chiusa al traffico la strada fra Chiusa e Ponte Gardena, interrotta per il rischio di caduta massi la statale della Val Venosta a Laces, con deviazione attraverso il centro abitato.

Interrotta anche la strada della Val Senales, nonché la statale di Alemagna da Dobbiaco e le strade di Obereggen e Passo Lavazè.

In totale sono 48 le strade statali, provinciali e comunali chiuse al traffico, uomini e mezzi del Servizio strade sono al lavoro senza sosta per gestire al meglio la situazione.

Regolare, invece, il traffico lungo la A22, dove da San Michele all’Adige fino al confine del Brennero, si viaggia verso nord lungo una sola corsia. Per quanto riguarda i treni, la linea del Brennero è aperta in entrambe le direzioni, sempre chiuse invece la linea della Val Pusteria (tra Brunico e San Candido) e della Val Venosta (da Spondigna a Malles).

Le utenze senza corrente nel tardo pomeriggio erano ancora 9.400, ma il numero è in costante calo.

Sono tornati perfettamente funzionanti, invece, sia l’acquedotto di Lasa, sia la stazione ricetrasmittente (ripetitore) del Corno del Renon.

In Alta Pusteria è stata insediata la Centrale operativa comprensoriale in modo tale da attivare tutte le misure necessarie in vista delle nuove precipitazioni previste per le prossime ore. Nelle località dove vi sono problemi con la connessione alla rete mobile e telefonica, i vigili del fuoco volontari mettono a disposizione dei cittadini le proprie infrastrutture.

È considerato elevato il rischio di valanghe, caduta di alberi e massi, frane, smottamenti, allagamenti, black-out e disagi alla viabilità. La situazione viene monitorata costantemente presso il Centro situazioni situato presso la sede del Corpo permanente dei vigili del fuoco di Bolzano.

A Lasa, in val Venosta, l’approvvigionamento di acqua è reso possibile solo grazie alle autobotti dei vigili del fuoco a causa di un problema all’acquedotto. La stazione ricetrasmittente (ripetitore) del Corno del Renon è fuori uso a causa di un black-out al quale i tecnici stanno cercando di porre rimedio. I vigili del fuoco volontari hanno insediato le proprie centrali operative di comprensorio in Bassa Pusteria, Alta Pusteria, Bolzano e Merano, e a Brunico due persone hanno trascorso la notte ospiti della caserma dei vigili del fuoco.

Nelle località dove vi sono problemi con la connessione alla rete mobile e telefonica, i vigili del fuoco volontari mettono a disposizione dei cittadini le proprie infrastrutture.

A causa delle condizioni stradali critiche in molte zone dell’Alto Adige e in vista delle prossime precipitazioni, stasera e per tutta la notte vengono cancellate le corse degli autobus notturni Nightliner in tutta la provincia di Bolzano.

Causa maltempo a Nova Ponente sono state rinviate di una settimana, a domenica 24 novembre, le elezioni comunali che erano previste per domani.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy