Salta al contenuto principale

Ancora un nigeriano al Brennero

Nello stomaco 1,3 kg di eroina

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 44 secondi

Un cittadino nigeriano trentenne è stato arretato dalla Polfer al Brennero perché aveva 1,3 chili di eroina suddivisa in 76 ovuli nella stomaco. Gli agenti di polizia hanno fermato l’uomo nel corso di alcuni controlli sui passeggeri del treno proveniente da Monaco di Baviera e diretto a Venezia Santa Lucia.

L’attenzione dei poliziotti si è concentrata immediatamente sul trentenne, malgrado fosse provvisto di  passaporto valido e regolare permesso di soggiorno rilasciato dalla Questura di Roma. Il fermato, infatti, ha mostrato segni di ingiustificato nervosismo.

Sospettando che l’uomo potesse occultare sostanza stupefacente, visto anche alcuni sintomi tipo tremore e gonfiore addominale e per salvaguardarne l’incolumità fisica, con l’autorizzazione del magistrato di turno, l’uomo è stato accompagnato all’ospedale di Vipiteno, dove gli veniva riscontrata la presenza di numerosi corpi estranei nell’addome, risultati poi essere 76 ovuli contenenti eroina. Il trentenne è stato arrestato e portato in carcere a Bolzano.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy