Salta al contenuto principale

Possibili limiti per veicoli diesel

Alto Adige, la stretta nel 2019

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 4 secondi

Tavolo tecnico sulla qualità dell’aria: catalogo di misure per la riduzione del biossido di azoto, possibili limitazioni per i diesel a partire dal 2019.

«Puntiamo a intraprendere una strada praticabile per garantire il rispetto dei valori di soglia entro i prossimi 5 anni - spiega il direttore dell’Ufficio aria e rumore, Georg Pichler - ponendoci però anche dei traguardi intermedi, come ad esempio la riduzione del 10% dei valori medi già entro il biennio».

Il tavolo tecnico ha elaborato un catalogo di misure da sottoporre ai comuni, che vanno dal sostegno alla mobilità dolce (a piedi o in bicicletta), sino all’installazione di nuova stazioni di ricarica per mezzi elettrici.

«Solo se questi provvedimenti non saranno sufficienti - sottolinea Pichler - si dovrà lavorare su misure più strettamente legate alla limitazione o alla deviazione del traffico stradale».

In concreto, secondo quanto emerso dal tavolo tecnico sulla qualità dell’aria, nei centri urbani si potrebbe prevedere uno stop graduale (ad esempio tra le 7 e le 10, e tra le 16 e le 19, esclusi sabato, domenica e festivi) con inizio dal 2019 per le auto con motori diesel euro 3, dal 2021 per le euro 4 e dal 2023 per le euro 5.

In Alto Adige, circa il 50% dei 454.000 veicoli immatricolati è alimentato a diesel, e a farla da padrone sono gli euro 4 con il 24% del totale.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy