Il lutto / Alto Adige

Addio a Matilda: morta a 13 anni la ragazzina “guerriera” innamorata dei viaggi

La giovane ha affrontato una diagnosi terribile non perdendo mai la sua voglia di vivere ogni istante. Le commoventi parole della mamma

BOLZANO. “Non posso essere che fiera di aver avuto una figlia come te, che ha affrontato la sua malattia come meglio non si poteva fare. Ci hai insegnato cosa vuole dire vivere e quando essa sia preziosa, e noi vivremo ora la nostra vita in tuo onore, perché la vita va vissuta sempre, in ogni sua sfumatura, perché la vita è bella. Ora Matilda vola con tutti i palloncini che hai sempre sognato".


Lo scrive sulla sua pagina Facebook la mamma annunciando che la sua Matilda non c’è più. Matilda era una ragazzina di 13 anni che ha affrontato una diagnosi terribile non perdendo la sua voglia di vivere ogni istante. Con una grande passione per i viaggi, con il desiderio di vedere quanto più mondo possibile. Per aiutarla nella realizzazione di questo sogno, e per sostenerla nella sua lotta contro la malattia, era nata la pagina Facebook "I viaggi di Matilda” e una raccolta fondi.

Tutto è partito a fine settembre dell’anno scorso (2020), quando ha iniziato a non stare bene. All’inizio erano semplici giramenti di testa, si pensava fosse qualcosa legato allo sviluppo. Poi le visite, i controlli, pareva sempre tutto a posto. I disturbi però persistevano, fino a quando il mostro non si è rivelato per quello che è: una terribile malattia.

Per lei è stato creato un fondo, che ha come beneficiario Carmen, la mamma di Matilda, con lo scopo di contribuire ad eventuali cure sperimentali, con relativi viaggi all’estero e assicurazioni. I progetti della ragazza, nonostante la malattia, non sono cambiati. La sua voglia di vivere ha contagiato tutti. Questo angelo se n’è andato in cielo troppo presto. Immenso il dolore in Alto Adige, ma non solo. I fondi non utilizzati verranno interamente devoluti alla Associazione per i bambini con tumore “Peter Pan” di Bolzano".

comments powered by Disqus