Salta al contenuto principale

Delta Despar ko in Piemonte

Per l'Itas rinvio contro Padova

ancora a causa dell'epidemia

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
3 minuti 10 secondi

Con una prestazione impeccabile la Reale Mutua Fenera Chieri fa un sol boccone della Delta Despar Trentino, confermando quanto di buono aveva mostrato in avvio di stagione prima di arrendersi all'emergenza Covid e a numerosi rinvii.

Troppo ampio il divario tra le torinesi e le gialloblù, mai realmente in partita se non nella prima parte del secondo set e giunte alla sesta sconfitta di fila in campionato. Ben differenti i numeri che hanno caratterizzato la partita delle due squadre, in modo particolari quelli relativi al muro (9 a 1 per Chieri) e al fondamentale dell'attacco (52% per le padrone di casa, 30% per le gialloblù).

Proprio la correlazione tra muro e difesa si è rivelata la chiave dell'incontro con il Fenera attentissimo nel non far cadere palloni nella propria metà campo e la Delta Despar, invece, raramente efficace a muro e spesso sorpresa anche in difesa da pallonetti e palle piazzate dalle attaccanti di casa.

Letteralmente imprendibile la laterale mancina Perinelli (15 punti con il 56% a rete), altrettanto efficaci anche l'opposto Grobelna (15 punti con il 46% in attacco e 3 muri) e la centrale Mazzaro, forse la migliore in campo in assoluto in virtù di un 75% di positività in attacco condìto da due ace e un muro (e nessun errore).

In casa trentina, con nessuna giocatrice in doppia cifra, spiccano le percentuali sotto il 35% di tutte e tre le attaccanti di palla alta, Piani, Melli e D'Odorico, e i quattro punti complessivi realizzati dalle tre centrali alternate in campo da Bertini, ovvero Furlan, Fondriest e Pizzolato.


Partita rinviata in extremis, invece, per l'Itas Trentino che avrebbe dovuto ospitare la Kione Padova, ma il covid si è messo di nuovo di traverso.

Ieri alle 17.47, un'ora e 13 minuti prima del fischio d'inizio, è arrivato il comunicato di rinvio: «La Lega Pallavolo Serie A, preso atto della richiesta congiunta dei due Club e raccolto il suggerimento della Commissione Medica di Lega, ha disposto il rinvio a data da destinarsi della partita Itas Trentino - Kioene Padova, in programma alle 19.00, gara della prima giornata di ritorno della SuperLega Credem Banca».

E tale rinvio - che potrebbe essere legato anche ai malesseri avvertiti ieri da De Angelis - supera così l'aspro comunicato che la società trentina aveva divulgato solo poche ore prima, alle 15.26. «Trentino Volley rende noto che Simone Giannelli è risultato nuovamente positivo al Coronavirus, a seguito del tampone molecolare svolto nelle ultime ore su richiesta della CEV in vista del concentramento di Champions League della prossima settimana.

Il capitano (negativo al tampone sostenuto venerdì scorso) è quindi tornato in quarantena presso la propria abitazione. Il match di questa sera fra Itas Trentino e Kioene Padova è stato confermato; ad eccezione di Sperotto e Giannelli, tutti gli altri componenti del gruppo squadra gialloblù sono risultati negativi al tampone rapido di controllo svolto questa mattina. Per la seconda volta nelle ultime due partite Trentino Volley dovrà inspiegabilmente affrontare gli avversari senza nessuno dei due palleggiatori della rosa a disposizione».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy