Salta al contenuto principale

L'Itas si rilancia

battendo il Monza

con un netto 3-0

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 51 secondi

L'Itas Trentino scarica tutta l'energia accumulata nella lunga sosta e a Monza offre una prestazione solida e vincente. Un 3-0 che rilancia i ragazzi di Lorenzetti verso i prossimi impegni e che garantisce tre punti preziosi per la sua classifica. Non si lascia staccare da Modena (ieri vittoriosa 3-0 in casa con Piacenza), raggiunge Milano (che ha vinto al quinto set contro Civitanova in trasferta) e si avvicina a Perugia, ieri al tiebreak a Verona.
Insomma, questa quindicesima giornata per l'Itas è stata molto positiva sotto tutti i punti di vista.

Già all'entrata in campo delle squadre, si capisce che le cose si potevano mettere bene per i trentini visto che Monza è costretta a rinunciare al suo bomber Kurek e inizialmente lascia a riposo Louati e Yosifov.
Ma Trento - con Cebulj schiacciatore al posto di Kovacevic - parte fortissimo (9-3), dimostrandosi molto efficaci anche a muro (Candellaro a segno su Galassi). Monza prova a rialzare la testa con Beretta (due primi tempi di fila per l'11-8), ma Lorenzetti ascolta il campanello d'allarme ed interrompe il gioco. In seguito Trento torna ad essere esplosiva in attacco (14-9, 17-12, ace di Lisinac), lanciandosi decisa verso il finale che arriva sul 25-19 dopo che il Vero Volley è riuscito con Buchegger a ricomporre almeno in parte il punteggio. 

Nel secondo set Soli torna alle origini: sceglie Dzavoronok come opposto ed inserisce in banda Louati, mentre Yosifov trova posto al centro della rete; la mossa disorienta un po' l'Itas Trentino che va subito sotto (3-5, time out Lorenzetti) ma si riprende trovando la parità già a quota sette. Monza riparte con Sedlacek (10-12, 12-15), Trento dà l'impressione di poter nuovamente risalire la china (16-17) ma va sotto anche di tre lunghezze (16-19), prima di riprendersi. Candellaro e Lisinac riescono a portare i gialloblù in parità a quota 22. Il finale è al cardiopalma e va ai vantaggi: Monza non sfrutta due palle set, gli ospiti ne guadagnano cinque e chiudono il conto sul 31-29 con un muro di Russell su Dzavoronok.

Nella terza frazione di gioco l'Itas Trentino guadagna subito un doppio vantaggio (4-2) che riesce a conservare costantemente nello sviluppo (6-4, 10-8), prima di allungare sul 16-12 sfruttando qualche errore non forzato dei brianzoli. Soli spende tutti i time out a propria disposizione nel giro di pochi minuti, senza ottenere risultati positivi (19-15); Trento non si ferma più (21-16) e vola veloce verso il 3-0 che arriva già sul 25-21 (primo tempo di Candellaro).
«Sono molto soddisfatto della prova deio miei ragazzi - ha detto al termine della sfida Angelo Lorenzetti -. Va detto che l'assenza di Kurek ha penalizzato molto i nostri avversari ma noi abbiamo giocato bene. Nel secondo set sono riusciti a metterci in difficoltà con muro e difesa e un paio di giocatori hanno perso il ritmo. Fortunatamente siamo stati bravi a riprenderci, rientrare e vincere il parziale e poi tutto è stato più semplice».
Felice anche il capitano Simone Giannelli: «Con l'entusiasmo di chi ha lavorato in palestra senza giocare per diversi giorni e il ritmo di chi ha lavorato con le nazionali siamo riusciti a trovare un buon equilibrio e vincere una bella partita. Mi preme sottolineare come anche in difesa si siano visti i frutti dell'allenamento».
Miglior giocatore della partita è risultato Aaron Russell: «Il periodo di sosta e il lavoro con il preparatore atletico e sull'intesa con Giannelli sono serviti. Credo che qui a Monza si siano visti i frutti».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy