Salta al contenuto principale

Itas, che fatica in Champions

Sotto 0-2, batte il Fenerbahce 3-2

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
3 minuti 18 secondi

Comincia con una vittoria il cammino della Trentino Itas in Champions League. Una vittoria col Fenerbahce in rimonta per 3-2 dopo essere stata sotto per due set a zero e 7-11 è sempre un'iniezione di fiducia. Ma i segnali arrivati dalla partita sono stati molto altalenanti e forse, a parte il comprensibile entusiasmo di chi riesce a sfuggire alla disgrazia quando ormai aveva già mezzo corpo nel burrone, la condizione di diversi giocatori non è ancora quella sperata da staff e tifosi.
Comunque, in un titolo: la Trentino Itas vince anche se non convince. E tanto basta.

I turchi, guidati in panchina da Mariusz Sordyl, si presentano con una sola variazione rispetto alla formazione annunciata alla vigilia: Sikar al posto di Karasu a fianco di Batur al centro della rete. Per il resto c'è Kiyak in regia con Ter Maat opposto, Hidalgo e Rossard in banda e Karatas libero.
Angelo Lorenzetti sfrutta la possibilità che offre la Champions League del numero illimitato di stranieri per proporre una novità importante: in contromano, in diagonale con il palleggiatore Giannelli non c'è Vettori ma Djuric. Poi i centrali Candellaro e Lisinac e in posto quattro gli schiacciatori Kovacevic - ieri alla centesima gara in maglia Itas - e Russell. Libero Grebennikov.
La partenza dell'Itas è agghiacciante. Tornati in campo per una gara ufficiale a dieci giorni dalla batosta subita contro Perugia, anziché essere rinfrancati i giocatori di Lorenzetti sono apparsi confusi e poco reattivi. Oltre a non funzionare nei terminali d'attacco, i trentini si sono dimostrati incapaci di irretire Rossard, ne hanno subito la prorompenza in battuta e anche in attacco, così come quella di Ter Maat e in alcuni frangenti pure della banda cubana Hidalgo. A metà del primo parziale il punteggio vedeva già il team turco avanti per 13-7 e la capacità di reazione dei trentini non riusciva ad accendersi.

Perso il primo set per 25-21, i trentini sono rientrati in campo con la stessa scarsa determinazione e non hanno approfittato di alcune situazioni che gli si erano presentate. A metà parziale, infatti, un bel muro di Lisinac su Ter Maat poteva essere l'avvio per un allungo (17-15). Invece ancora sono stati i turchi a fare la voce grossa. E dopo un punto a punto fino al 23-23, Rossard e Hidalgo hanno chiuso per il Fenerbahce.
Sotto due set a zero e 7-11, quando la partita sembrava ormai compromessa, è accaduto ciò che non era preventivabile solo pochi minuti prima. Russell mette in campo due ace e ai turchi viene il "braccino". Hidalgo non riesce più a mettere a terra un pallone (facendosi murare due volte e spedendone fuori altri due) e lo stesso accade per Ter Maat e Rossard. Trento, viceversa, si giova dei cambi: Vettori per Djuric e Cebulj per Kovacevic. Con questo nuovo assetto si rimette in carreggiata e approfitta dell'improvviso calo degli avversari per incassare i break point che servono: Ter Maat attacca out (17-15) imitato da Hidalgo poco dopo (20-17), dunque Rossard spara lunga una pipe (21-17). l'ace di Lisinac chiude il parziale 25-18.

Il vento è cambiato e i turchi sono in barca. L'Itas capisce il momento e spinge più a fondo, chiudendo i varchi in attacco. Solo Rossard sembra crederci, ma è troppo poco. Tanto più che Russell ha preso fiducia, Vettori serve bene, Cebulj è un'iradiddio e Grebennikov non lascia cadere la palla. Termina 25-17: il tiebreak è servito.
Vettori, dopo due attacchi ficcanti, spara a lato il pallone del 7-7 e concede al Fenerbahce di portarsi sul 6-8. Rossard sbaglia il servizio mentre Giannelli fa un mezzo ace (chiuso dallo smash di Russell) e la situazione è di nuovo in parità. Rossard appoggia un pallone contro il muro trentino per il vantaggio dei suoi (12-13). Pareggia Lisinac e poi Grebennikov cattura un attacco di Ter Maat senza muro e Vettori lo chiude per il matchpoint trentino. Non al primo tentativo, ma al secondo è l'ace di Lisinac a decidere la sfida. Termina 16-14 e la Trentino Itas completa la rimonta vincendo 3-2.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy