Salta al contenuto principale

Giannelli scatenato, grande 3-0

Itas, Coppa Cev ipotecata

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
4 minuti 9 secondi

La Trentino Itas si tiene stretto ancora una volta il fattore campo nella serata internazionale più significativa dell’intera stagione. Nella gara d’andata della Finale di 2019 CEV Cup, giocata stasera alla BLM Group Arena, la formazione Campione del Mondo si è imposta in appena tre set sul Galatasaray Istanbul, compiendo il primo importante passo verso la possibile conquista del suo nono trofeo internazionale di sempre. Grazie alla perentoria e rapida affermazione ottenuta stasera in un’ora e undici minuti di gioco, al Club gialloblù servirà conquistare altri due set nella gara di ritorno da giocare fra sette giorni in Turchia per porre nella bacheca societaria l’unico trofeo che ancora manca.

La squadra di Angelo Lorenzetti si è costruita questo importante vantaggio nell’ottica del doppio confronto per mezzo di una prestazione autoritaria, aggressiva e convincente in tutti i fondamentali; al di là dei numeri, l’evidente superiorità si è manifestata soprattutto nell’atteggiamento, sempre determinato e convinto in ogni singolo fondamentale. Il Galatasaray ha faticato sin dall’inizio a contenere il servizio dei locali, senza poi mai contenere positivamente gli attaccanti avversari, che sono andati sul velluto sia su palla alta (12 punti di Vettori col 69% e di Kovacevic col 52%) sia in primo tempo (Codarin 75%, Candellaro 100%) perché imbeccati perfettamente da un Giannelli strepitoso e giustamente premiato come mvp del match.

La cronaca della gara. La Trentino Itas si ripresenta al proprio pubblico per l’ultima partita europea in casa della sua stagione ancora priva di Lisinac, nemmeno a referto; lo starting six prevede quindi Giannelli in regia, Vettori opposto, Kovacevic e Russell in posto 4, Codarin e Candellaro centrali, Grebennikov libero; il Galatasaray risponde con Keskin al palleggio, Venno opposto, Antonov e Aydin schiacciatori, Ulu e Gok centrali, Cakir libero. L’inizio di match è tutto nel segno dei padroni di casa, che si fanno contrastare dagli avversari sino al 4-4, prima di prendere nettamente il largo con Giannelli al servizio (anche due ace nel turno che si esaurisce solo sul 10-5). Sul 12-5 (altro break con Candellaro a muro) i turchi hanno già esaurito i time out a disposizione, ma la Trentino Itas non diminuisce il proprio ritmo e con un regista ispiratissimo doppia gli avversari (16-8), viaggiando veloce verso l’1-0 (20-11, 22-12) senza alcun tipo di affanno: 25-15 con Codarin a segno sul terzo set ball. La musica non cambia nel secondo set, con il Galatasaray subito in difficoltà in fase di cambiopalla a causa di una ricezione balbettante e tutto il fronte d’attacco trentino scatenato (6-3). Nella parte centrale della frazione la squadra di Istanbul prova a tenere botta (11-9, 13-11), soprattutto grazie alla regolarità a rete di Venno, ma a gioco lungo Trento ha più qualità e numeri e con Russell e Vettori guadagna ulteriore margine (17-12 e 19-14). Anche in questo caso il finale del periodo è vissuto quindi dai gialloblù in assoluto controllo della situazione (22-15); il 2-0 arriva già sul 25-15 perché gli ospiti, innervosendosi, sbagliano tantissimo in attacco. In fotocopia anche il terzo set, in cui anche Vettori fa sentire la sua voce al servizio (da 8-6 a 11-6) su una seconda linea giallorossa sempre più in difficoltà. Il Galatasaray passa sempre meno e lo fa solo con Venno, ma non basta (14-9, 17-11); i numerosi cambi proposti da Ozbey non fanno altro che allungare di qualche minuto una partita già segnata nettamente sul 20-15. Il fischio finale per l’apoteosi degli oltre tremila spettatori della BLM Group Arena arriva sul 25-20 con anche il giovane Simoni in campo.

“Abbiamo disputato una gara convincente sotto tutti i punti di vista, ma l’esperienza recente anche solo in questa manifestazione ci insegna che la sfida può essere ancora aperta e soprattutto che in Turchia fra sette giorni si potrebbe giocare una partita molto differente – ha commentato al termine della gara l’allenatore della Trentino Itas Angelo Lorenzetti – . Il Galatasaray visto in campo stasera è stato spesso in difficoltà anche perché ha dovuto fare i conti con la stanchezza. Alla mia squadra faccio i complimenti per come abbiamo interpretato la gara, sono felice ma non abbiamo ancora fatto nulla”.

Martedì 26 marzo in Turchia (ore 18 italiane – diretta Radio Dolomiti e DAZN) il ritorno. Prima di quell’impegno i Campioni del Mondo giocheranno un’altra partita in casa, programmata già per sabato 23 marzo contro il Vero Volley Monza (ventiseiesimo ed ultimo turno di regular season SuperLega Credem Banca 2018/19).

Trentino Itas-Galatasaray Istanbul 3-0
(25-15, 25-15, 25-20)
TRENTINO ITAS: Vettori 12, Russell 9, Codarin 6, Giannelli 9, Kovacevic 12, Candellaro 5, Grebennikov (L); Nelli, Simoni. N.e. Van Garderen, Cavuto, Daldello, De Angelis, Michieletto. All. Angelo Lorenzetti.
GALATASARAY ISTANBUL:
 Venno 14, Aydin 5, Ulu 2, Keskin, Antonov 2, Gok 2, Carkin (L); Gergye 4, Ayvazoglu (L), Siratca, Yonet. N.e. Duff, Turkmen, Minici. All. Nedim Ozbey.
ARBITRI: Herbik di Varsavia (Polonia) e Rejaeyan di Lione (Francia).
DURATA SET: 22’, 22’, 27’; tot  1h e 11’.
NOTE: 3.057 spettatori. Trentino Itas: 9 muri, 6 ace, 14 errori in battuta, 6 errore azione, 59% in attacco, 70% (46%) in ricezione. Galatasaray: 2 muri, 1 ace, 14 errori in battuta, 7 errori azione, 38% in attacco, 40% (17%) in ricezione. Mvp Giannelli.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy