Salta al contenuto principale

La Lube vince e torna al top

l'Itas combatte ma non basta

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 7 secondi

Nuovo ribaltone. Nella quinta giornata di ritorno del massimo campionato italiano di volley maschile cambia la capolista: Trento infatti cade tra le mure amiche e cede a una cinica e spietata Lube Civitanova mentre Perugia passeggia in casa di Siena e si prende la vetta della classifica a 45 punti, uno in più della Diatec Trentino.

I ragazzi di Angelo Lorenzetti vengono infatti sorpresi dalla Lube per 1-3 (20-25, 25-23, 22-25, 20-25) con gli ospiti che entrano in campo con un piglio diverso e nonostante la reazione nel secondo set dei padroni di casa amministrano e gestiscono i ritmi del match.

Prestazione maiuscola di Tsvetan Sokolov che trascina i ragazzi di Fefè De Giorgi a 41 punti in classifica, a -3 da Trento. Chi giova di questo risultato è la Sir Safety Conad Perugia. Gli umbri sono corsari a Siena e rifilano un perentorio 0-3 (20-25, 20-25, 18-25) ai toscani: match nelle mani dei ragazzi di Lorenzo Bernardi che comandano senza particolari patemi, trascinati da un super Atanasjievic che è il migliore in campo con distacco con i suoi 22 punti messi a segno.

Per Siena arriva l’ennesima sconfitta di questa stagione con molte ombre e poche luci. Modena risponde presente. I ragazzi di Julio Velasco superano agevolmente Latina con un netto 3-0 (25-19, 25-21, 25-18) in una partita dominata in lungo e in largo dall’inizio alla fine.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy