Salta al contenuto principale

Itas, esordio contro Siena

Oggi parte l'assalto al titolo

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 46 secondi

Oggi, l’esordio nel campionato di volley di Superlega per l’Itas Trentino non sarà la classica partita di svago contro una matricola. L’Emma Villas Siena infatti, dopo aver vinto i playoff promozione lo scorso anno, durante l’estate si è notevolmente rinforzata arruolando tra le sue fila giocatori di buon livello. Ha, tanto per cominciare, fatto rientrare in Italia dalla Turchia dove giocava nell’Halkbank di Ankara l’opposto Fernando Hernandez. Il mancino è una vecchia conoscenza del volley italiano, visto che con la maglia di Molfetta e Piacenza nelle scorse stagioni ha sempre fatto molto bene. Sempre dalla Turchia, versante Fenerbahce, arriva anche il centrale polacco Jurj Gladyr. Da Latina invece provengono gli schiacciatori Gabriele Maruotti, recente azzurro ai Mondiali e il giapponese Yuki Ishikawa, entrambi a contendersi il posto con il trentino Michele Fedrizzi. Da Sora, Siena ha prelevato il centrale Andrea Mattei. Anche il palleggiatore è nuovo: dal Paykan di Teheran arriva infatti Saled Marouf, regista iraniano con ottime credenziali. Insomma, per l’Itas non sarà certo una scampagnata ma certamente l’obiettivo è quello di partire meglio rispetto alla stagione passata (sconfitta al tiebreak contro Milano) anche perché quest’anno i punti accumulati nel girone d’andata torneranno a costituire il patrimonio che qualifica alla Coppa Italia.
Spiega nel dettaglio l’allenatore dei trentini Angelo Lorenzetti: «Al di là di ogni aspetto legato alla qualità di gioco, che attualmente non può essere ancora di alto livello, serve mettere in campo subito la determinazione giusta e la voglia di superare i primi problemi. La corsa ad uno dei primi posti in classifica, anche in funzione della griglia di Coppa Italia di fine girone d’andata, inizia subito e dobbiamo farci trovare pronti; non servono tante parole, abbiamo bisogno di fatti. Il primo impegno, fra l’altro, è particolarmente difficile perché affrontiamo una squadra come Siena che ha poco della matricola e molto della squadra che può dire la sua in questa SuperLega. Dispone di un organico di talento, specialmente nei fondamentali di ricezione, difesa e attacco. Il palleggiatore Marouf, poi, riuscirà per sue caratteristiche di gioco a rendere molto efficace la fase di cambiopalla»
Il regista e neocapitano della squadra trentina, Simone Giannelli, pone l’accento anche sulla sfida personale che dovrà ingaggiare con il palleggiatore iraniano: «In Supercoppa nello scorso week end a Perugia abbiamo visto solo quattro delle tante squadre che renderanno avvincente e divertente il nuovo campionato. Ci sarà da lottare contro chiunque, il livello si è alzato molto e renderà il tutto più bello ma anche molto più impegnativo. Già oggi contro la neopromossa Siena ci attende una partita difficilissima, anche perché giocheremo contro un palleggiatore molto bravo come Marouf che sarà il loro valore aggiunto».
Sul fronte toscano, è il neoacquisto Gabriele Maruotti a inquadrare il match: «Inizieremo il nostro campionato contro un’avversaria molto forte. Trento è uno dei migliori team della Superlega, sarà una sfida durissima. Hanno già dimostrato di essere in buone condizioni di forma in occasione della Supercoppa. Per noi la strada è ancora lunga, abbiamo tanto da lavorare e dobbiamo migliorare su molti aspetti. Nella piazza senese vedo entusiasmo per questo esordio, ma dobbiamo mantenere i piedi per terra perché il nostro Campionato è tutto da costruire».
Oggi a Trento, fischio d’inizio alle 17.45 per esigenze televisive, non sarà a disposizione di Siena il libero ex Trento Matteo Chiappa.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy