Salta al contenuto principale

La nuova Itas scopre il velo

Oggi la sfida con la Sir Perugia

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
3 minuti 18 secondi

Oggi prende il via la nuova stagione agonistica di volley. E, come di consueto, in palio c'è subito un trofeo: la Supercoppa italiana.
L'Itas Trentino ci arriva dopo un mese e mezzo di preparazione, in cui c'è stato spazio appena per una amichevole (non al completo).
Il destino ha voluto che il debutto fosse proprio nello stesso impianto in cui era terminata la precedente (il Pala Barton di Perugia, già PalaEvangelisti) e contro la formazione (Perugia) con cui nel 2018 ha giocato ben sette volte, con poche soddisfazioni, invero.
Ora si riparte e in palio c'è un posto nella finale di Supercoppa, trofeo con cui Trentino Volley, pur avendolo già conquistato due volte nella sua storia (l'ultima nel 2013), non ha un feeling particolare. Per cercare di ottenere il diciottesimo titolo per la propria bacheca ed iniziare nel migliore dei modi il nuovo cammino, i gialloblù scenderanno in campo determinati e con un sestetto rinnovato in quattro dei suoi sette effettivi. Le intese ed il gioco di squadra sono quindi ancora da costruire ma alla vigilia Angelo Lorenzetti fa trasparire la giusta dose di ottimismo.
«Abbiamo addosso tanto entusiasmo, tanta voglia di iniziare la stagione e spero che questo tipo di sensazione riesca a passare in fretta dai cinque giocatori che hanno svolto l'intera preparazione a Trento agli otto che sono appena arrivati e hanno giocato il Mondiale ? ha spiegato l'allenatore dell'Itas Trentino -. Non avendo potuto lavorare sul gioco di squadra, mi auguro che in questo weekend possano venire a galla le qualità dei singoli e nello specifico dei nuovi arrivati, in modo da dimostrare subito ai compagni di squadra di che pasta sono fatti e lanciare loro un messaggio forte. Questa Final Four è un'occasione importante ma non dobbiamo guardare troppo in là; non serve pensare già ora a che partita verrà fuori con Perugia: meglio giocarla senza troppi pensieri. A suo modo, in ogni caso, sarà un appuntamento storico, con tanti motivi di interesse: Leon è sicuramente uno di questi perché stiamo parlando di uno dei giocatori più forti al mondo, che esordirà di fronte al proprio pubblico contro di noi. Battuta e difesa possono fare la differenza».
Per la prima gara della sua terza stagione sulla panchina di Trentino Volley, il tecnico marchigiano potrà contare su tutti i tredici giocatori della rosa.
La Sir Safety Conad Perugia si presenta ai nastri di partenza di questa competizione e, più in generale, dell'intera stagione come la principale favorita della vigilia, non solo perché potrà vivere l'evento fra le mura amiche; all'arrivo del miglior giocatore delle ultime tre Champions League, Wilfredo Leon, in una squadra capace nell'ultima stagione di ottenere il triplete italiano, si è aggiunto anche l'inserimento di Filippo Lanza (alla prima da ex nel Club in cui è cresciuto, ha giocato 300 partite ufficiali, metà delle quali da Capitano). Per andare a caccia della conferma, la società umbra ha ingaggiato anche il trentino Gianluca Galassi e rinnovato la panchina che ora può contare anche su elementi futuribili o già di valore.
Trento e Perugia in archivio vantano già ventinove confronti diretti (16-13 il bilancio), ma ben sette di questi sono stati giocati nell'anno solare in corso (2018); tutto ciò perché le due formazioni si sono sfidate nella semifinale play off Scudetto, che ha visto imporsi la Sir solo alla quinta gara, dopo che a febbraio c'era già stato spazio per la partita del girone di ritorno di regular season, giocata alla BLM Group Arena e vinta in tre set dagli umbri e a gennaio a Bari la semifinale di Coppa Italia (sempre 3-0 umbro). Precedentemente le due Società si sono trovate di fronte a questo punto di una competizione in ben sei circostanze: Coppa Italia 2015 a Bologna (vittoria di Trento per 3-2) e 2018 a Bari (successo umbro in tre set), Supercoppa 2017 (3-1 per Perugia), play off 2015 (avanti Trento in tre gare), 2017 (successo di Trento in cinque) e 2018 (passaggio del turno per la Sir in cinque gare). L'ultimo incrocio il 22 aprile: vittoria per 3-0 dei padroni di casa.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy