Salta al contenuto principale

Sci: Marsaglia sul podio

Paris e Goggia deludono

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 49 secondi

Ci ha pensato la romana Francesca Marsaglia, terza in 1.50.35 nello discesa di Lake Louise, a salvare l’onore dei jet azzurri dello sci in una giornata in cui le punte Domink Paris a Beaver Creek e Sofia Goggia in Canada non sono andate più in là rispettivamente del’11° e 12° posto.

Per Francesca - romana di nascita ma sin da ragazza trasferitasi con la famiglia sulle Alpi, a San Sicario, dove il padre Andrea è maestro di sci - è il primo podio in carriera. In nazionale dal 2008, l’anno scorso era stata 6/a in discesa a Cortina e 6/a in superG in val Gardena. A 29 anni - è sorella di Matteo, pure lui in nazionale- Francesca ha davvero realizzato un sogno lungo 11 anni.

A Lake Louise in 1.49.92 ha invece vinto l’austriaca Nicole Schmidhofer . Seconda in 1.50.05 la statunitense Mikaela Shiffrin che consolida così il suo già fortissimo primato in classifica generale a quota 446 punti contro i 176 della più immediata inseguitrice, la svizzera Michelle Gisin.

L’attesa azzurra Sofia Goggia ha invece chiuso solo 12/a in 1.51.24 dopo una prova aggressiva e spettacolare al comando per metà gara, tradita però dalla foga e finendo larga in due curve oltre a centrare una porta.

Per l’Italia, fuori per un errore Nicol Delago, ci sono poi più’ indietro Elena Curtoni in 1.51.72 e Nadia Delago in 1.53.11.

Nella come sempre difficile discesa di Beaver ha vinto lo svizzero Beat Feuz - 32 anni e 12° successo in carriera - in 1.12.98 Bissando il risultato dello scorso anno. Secondo posto ex aequo in 1.13.39 per il francese Johan Clarey e l’austriaco Vincent Kriechmayr.

Invece solo 11° in 1.3.86, a dimostrazione del poco feeling con la pista Bird of Prey , è stato Dominik Paris. Il jet azzurro ha davvero sbagliato gara ed èsceso facendosi portare dagli sci invece di condurli sul difficile tracciato: al traguardo la sua faccia esprimeva tutta la sua incredula delusione.

Su una pista accorciata per il vento in quota, -decisamente più’ indietro sono poi finiti Emanuele Buzzi, 33/o in 1.14.55, Mattia Casse 34/o in 1.14.67, Matteo Marsaglia 38/o In 1.14.68. Chiude la classifica azzurra , 50/0 in 1.15.02, il veterano Peter Fill, 37 anni e 348/a presenza in coppa del mondo .

Oggi a Beaver Creek slalom gigante e a Lake Louise superG.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy