Salta al contenuto principale

Sci alpino, in val di Fassa

i Mondiali juniores 2019

Chiudi

Campiglio, 4,6 milioni per lo stadio dello slalom

Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 46 secondi

È stato un vero e proprio calcio d’avvio per i Campionati Mondiali Juniores di sci alpino, che si svolgeranno in Val di Fassa dal 18 al 27 febbraio 2019, quello che si è tenuto oggi a Canazei. Un «Kick-off» per dare il via ad un percorso di avvicinamento che porterà la Val di Fassa ed il Trentino a questo prestigioso appuntamento. Sono stati il presidente del Comitato d’onore Tiziano Mellarini, il presidente del Comitato organizzatore Davide Moser e il presidente della Federazione Italiana Sport Invernali Flavio Roda a lanciare in aria il pallone in apertura della serata «talk show» organizzata al teatro Marmolada di Canazei.

Si è aperto in questo modo il countdown per l’evento di sci alpino riservato alle promesse under 20, che per la settima volta nella storia si disputerà in Italia e per la seconda in Trentino, dopo l’edizione del 1988 ospitata da Madonna di Campiglio. Manifestazione, che sarà preceduta da un test event in programma dal 18 al 21 dicembre 2017 sulle piste di Passo San Pellegrino, due discese libere di Coppa Europa, e, a Pozza di Fassa, con il tradizionale slalom speciale continentale in notturna. Saranno queste le due località che ospiteranno le competizioni della 38ª edizione dell’evento iridato giovanile, skiaree che assieme alle altre danno vita ad un’offerta turistica e sportiva invernale particolarmente corposa, visto che la Val di Fassa può vantare 150 piste di tutte le difficoltà per un chilometraggio complessivo fatto di ben 215 chilometri di tracciati innevati.

«Crediamo molto in questo evento sportivo – ha detto l’assessore allo sport Tiziano Mellarini – e speriamo possa diventare un trampolino di lancio per la Val di Fassa, per entrare nel calendario ufficiale della Fis come prova di Coppa del Mondo e magari anche per sognare le Olimpiadi invernali con Alto Adige e Tirolo».

«La Val di Fassa – ha detto l’assessore al turismo Michele Dallapiccola – è un posto dove è bello vivere, dove tutto è ordinato e dal quale il turista porta via un ricordo piacevole. In quest’ottica l’evento sportivo diventa un valore aggiunto, sia per la visibilità mediatica sia perché poi il turista ha l’opportunità di cimentarsi sulle piste che ospitano i grandi campioni dello sci».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy