Salta al contenuto principale

Moto GP del Qatar: il Vale

parte dalle retrovie, la sorpresa

oggi si chiama Vinales

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 48 secondi

Tutti aspettavano Marc Marquez per la prima pole stagionale della MotoGp (oggi alle 18 ora italiana, ma potrebbe essere anticipato di 1 ora per il meteo) ma sotto i riflettori del circuito di Losail, a piazzare il tempo migliore è stato Maverick Vinales sulla Yamaha ufficiale. Un segnale chiaro per il Gp del Qatar, forse anche per il campionato, mentre i rivali delle ultime due stagioni, lo spagnolo campione del mondo seriale e Andrea Dovizioso, hanno dovuto concedere al leader due decimi, col forlivese che si è preso la seconda piazza solo per un millesimo di vantaggio.

Honda, Ducati e Yamaha sembrano al momento sullo stesso piano ma trovare il feeling giusto non è essere facile, come dimostrano le deludenti prestazioni di Valentino Rossi, escluso dalla Q2 e solo 14° in griglia, e di Jorge Lorenzo (15°), il cui polso sofferente gli ha ugualmente impedito di giocarsi la pole. Settimo tempo per Danilo Petrucci, che nell’ultimo giro ha offerto con la sua Ducati una comoda scia a Marquez per agguantare la prima fila.

Quanto si è visto ieri sera in Qatar lascia presagire un grande equilibrio anche in gara, che darà le prime risposte attendibili sulle aspirazioni dei vari protagonisti. A cercare di lottare per il podio saranno anche Cal Crutchlow (Honda), Jack Miller (Ducati) e Fabio Quartararo (Yamaha) con le moto non ufficiali, una brutta gatta da pelare per Petrucci in chiave-rimonta. Dalla ottava posizione partirà Franco Morbidelli (Yamaha), mentre ben più indietro comincerà la gara di Rossi, Lorenzo e Andrea Iannone, addirittura 19° con l’Aprilia mentre il suo compagno di squadra partirà 12°.

Rossi ha avuto grossi problemi con l’anteriore già nella Fp4. Costretto alla Q1, ha mancato l’obiettivo Q2 per pochi decimi, dedicandosi da subito a risolvere i problemi che lo assillano. Lorenzo paga soprattutto le precarie condizioni fisiche. Reduce da un intervento alla mano sinistra, è caduto all’inizio delle Fp3 e solo dopo gli accertamenti medici ha avuto il via libera per gareggiare. Una nuova caduta nella Q1 ha fatto il resto.

Alle qualifiche ha assistito anche Lewis Hamilton, grande appassionato di moto ed entusiasta di essere al paddock. Ha detto di essere un gran fan di Valentino Rossi, ma non gli ha portato fortuna.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy