Salta al contenuto principale

Di Carmine trascina

il Verona, 2-1 al Cagliari

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 20 secondi

Una doppietta di Samuel Di Carmine regala la vittoria al Verona contro un mai domo Cagliari. Mezzora di grande calcio per i gialloblù poi l'espulsione di Borini permette al Cagliari di tornare in gara e il gol di Simeone la riapre. Il Cagliari nella ripresa attacca ma il rosso a Cigarini toglie le speranze ai sardi. In avvio Zenga, all'esordio ufficiale sulla panchina isolana, deve fare a meno di pedine importanti (su tutte Nainggolan e Joao Pedro) e si affida al rientrante capitan Ceppitelli con la coppia offensiva Pereiro-Simeone. Juric sorprende tutti.

Il tecnico croato sceglie Empereur al posto di Gunter per guidare la difesa. A centrocampo è Badu, e non Veloso, a fare coppia con Amrabat. C'è il centravanti: Di Carmine gioca in attacco, supportato da Verre e Borini. Verona che parte alla grande. Dopo soli 30" Cragno dice no a Lazovic protagonista dell'assist che al 13' porta avanti i veneti grazie al guizzo di testa di Di Carmine. Verona travolgente con Lazovic che colpisce un incrocio dei pali a Cragno battuto. Ma il Cagliari è in balia dell'Hellas e prima della mezzora una sassata di Di Carmine vale il raddoppio gialloblù. Un'assurda decisione del Var, rosso per Borini, ridà fiato al Cagliari. E i sardi rialzano così la testa. Assist aereo di Pellegrini e Simeone di sinistro trova la settima rete della sua stagione. Cagliari a testa bassa nella ripresa con Zenga che inserisce tra le linee anche Birsa. Il Cagliari fa tanto possesso palla ma non sfonda e al 24' Cigarini prende il secondo giallo riportando la sfida in parità numerica. Il Verona amministra così sono allo scadere.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy