Salta al contenuto principale

Addio a Ezio Vendrame, 72 anni

Fu il "George Best italiano"

Giocò anche nel Rovereto

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 49 secondi

È morto questa mattina, a Treviso, Ezio Vendrame, di 72 anni, ex calciatore di Vicenza, Napoli, Padova e Udinese. Era stato anche allenatore di Pordenone e Venezia.

Giocò per un anno, anche nel Rovereto, nella stagione 1970-1971.

Vendrame era considerato il George Best italiano, genio e sregolatezza. La sua scomparsa non sarebbe legata, secondo le prime informazioni, al coronavirus.

Vendrame aveva esordito in serie A nell’estate 1971 con il Lanerossi Vicenza dove per tre anni era diventato l’idolo assoluto. Dopo una breve parentesi al Napoli di Luis Vinicio, che lo ha sempre lasciato ai margini del suo progetto, approdò al Padova in serie C, dove rimase due stagioni, collezionando 57 presenze. Nella stagione 1978-79 contribuì anche alla promozione del Pordenone in serie C2.

Decine sono gli episodi, alcuni tragicomici, che contraddistinguono la sua carriera di calciatore. Quella di allenatore si interruppe, invece, dopo molti successi, di fronte all’invadenza dei genitori dei baby calciatori: “Allenerei solo una squadra di orfani”, fu il suo famoso commiato alla panchina.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy