Salta al contenuto principale

Bundesliga, dalle quattro big

20 milioni ai club meno ricchi

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 3 secondi
Mentre in Spagna i giocatori del Barcellona dicono no al taglio dei loro lauti stipendi, un bell’esempio di solidarietà viene dal mondo del pallone tedesco.
 
I quattro club più ricchi e potenti di Germania, ovvero Bayern Monaco, Borussia Dortmund, RB Lipsia e Bayer Leverkusen hanno messo a disposizione un contributo complessivo di 20 milioni di euro per aiutare gli altri club calcistici con le maggiori difficoltà economiche a causa dello stop imposto dal coronavirus.
 
Lo ha annunciato il presidente della Bundesliga, Christian Seifert, precisando che «queste quattro società hanno rinunciato a 12,5 milioni dei loro prossimi diritti televisivi, lasciandoli agli altri, e 7,5 che usciranno direttamente dalle loro casse. Questo gesto significa che in Bundesliga la parola solidarietà ha un significato reale».
 
I soldi messi a disposizione saranno ripartii fra coloro che, fra massima serie  e torneo cadetto, la 2-Bundesliga, hanno i maggiori problemi di natura finanziaria.
 
«In questo periodo così difficile - ha detto il Ceo del Bayern Karl-Heinz Rummenigge - è giusto che i più forti aiutino i più deboli». Secondo il dirigente del Lipsia Oliver Mintzlaff «affinché ci sia un campionato interessante bisogna che gli uni dipendano dagli altri. I due principali campionati dalla Germania sono composti da 36 società che devono remare tutte nella stessa direzione».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy