Salta al contenuto principale

Mondiali femminili, sogno azzurro
Boom di ascolti tv, martedì il Brasile

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
4 minuti 10 secondi

L’Italia delle donne nel calcio vince, fa il boom di ascolti tv, sogna e fa sognare.

Bel gioco, gol, spettacolo, le ragazze guidate da Milena Bertolini sono un concentrato di energia positiva che si sprigiona in campo e crea i presupposti per un netto successo (5-0) sulla Giamaica.

Una vittoria, quella di ieri sera a Valenciennes, che pesa, perché vale gli ottavi del Mondiale in Francia. «Era una partita fondamentale per noi, che ci assicurava il passaggio agli ottavi. È un grande traguardo e per questo all’inizio eravamo un pò bloccate. La partita si è sentita a livello a livello emotivo, ecco perché le ragazze all’inizio hanno fatto un po' di fatica. Però sono state brave e sono felice. Essere agli ottavi per noi dell’Italia è tanta roba», le parole della ct Bertolini.

«È un sogno, è bello... Bello. C’è ancora tanto da fare, ma è stata una vittoria importante. Tutti conoscevamo la forza della Giamaica ma, nonostante questo, la squadra ha dimostrato di avere un gran carattere e di rimanere concentrata. Questa vittoria è importante, ma restiamo con i piedi per terra. Dopo tutto quell’entusiasmo derivante dalla vittoria sull’Australia era davvero facile scivolare», aggiunge Cristiana Girelli, autore di una tripletta. I suoi gol hanno spianato la strada per gli ottavi.

Il tricolore sulle unghie doveva essere un omaggio e un portafortuna insieme per l’Italia.
Cristiana Girelli, 29 anni compiuti lo scorso 23 aprile, è la bomber azzurra che con la tripletta alla Giamaica ha reso ancora più solida la sua fama in fase realizzativa. Nata a Gavardo, in provincia di Brescia, l’attaccante della nazionale e della Juventus è la giocatrice in attività che vanta il record di vittorie tra le donne con sette scudetti, sette Coppe Italia e altrettante Supercoppe.

L’impegnativo dieci che porta sulle spalle la Girelli però lo onora a suon di gol, anche in azzurro: e al ricco bottino adesso va aggiunta la tripletta messa a segno a Reims.

Dietro la qualificazione storica al mondiale ci sono sempre le sue gambe precise e potenti, e i suoi colpi di testa fulminanti: sette le reti siglate lungo il cammino verso il torneo iridato di cui 7 nel percorso di qualificazione ai Mondiali. Suo il guizzo anche nella gara con il Portogallo che ha spalancato all’Italia le porte del mondiale.

Da sempre amante del pallone, passione ereditata dal papà farmacista ma anche presidente di una squadra di calcio, Cristiana ha cominciato a giocare da bambina. Poi il cammino nel Bardolino, nel Brescia fino alla Juve, con cui ha vinto anche l’ultimo campionato.

«Non abbiate paura di praticare questo meraviglioso sport solo perché siete donne», ha sempre ripetuto Girelli rivolgendosi alle ragazze.

Il suo esordio in Serie A è datato 5 novembre 2005, poi comincia anche la strada in azzurro, prima con l’Under 19 e poi la nazionale maggiore arrivata nel 2013. E anche qui lascia il segno segnando contro la Romania in una gara valida per la qualificazione agli europei.

Roberto Baggio è uno dei suoi miti calcistici.

Studentessa universitaria (si è divisa tra farmacia e biotecnologie), è anche attiva sui social: quasi 60mila follower sui suoi account. Testimonial anche per la pubblicità, l’attaccante bianconera nel calcio ha realizzato uno dei suoi sogni.
E quello azzurro il più grande di tutti. Il fiuto del gol, la precisione di testa e la visione di gioco la stanno portando in alto: e l’Italia sogna con lei.

Intanto le azzurre, visto il successo di ascolti, sono promosse sulla rete ammiraglia Rai: la prossima partita contro il Brasile, in programma martedì 18 alle 21, non andrà in onda sulla seconda rete, come le due precedenti, ma su Rai1.

Ieri sera, infatti, c’è stata una gGoleada in campo ma anche nello share televisivo per le azzurre. Ieri la partita contro la Giamaica è stata vista da due milioni e 870 mila spettatori, totalizzando il 23% di share fra Raidue e il canale Sky Mondiali che hanno trasmesso la diretta.

E domani sera su Rai 1 alle 23.15, dopo la gara d’esordio della Nazionale Under 21 nell’Europeo, andrà in onda «Ragazze Mondiali!», un documentario realizzato dalla direzione creativa Rai per raccontare le storie e le emozioni delle nuove «Sorelle d’Italia».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy