Salta al contenuto principale

Stasera c'è Italia-Finlandia

per arrivare agli Europei

bisogna partire con la vittoria

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 27 secondi

Sono circa 700 i tifosi finlandesi attesi a Udine per la gara di qualificazione a Euro 2020 tra Italia e Finlandia, in programma oggi alle 20.45 allo stadio Friuli. Nel settore ospiti troveranno posto circa 560 supporter in arrivo da Helsinki. I restanti, compresi quelli della Federazione finlandese, siederanno in tribuna.

Per i tifosi finlandesi sono previsti autobus dedicati che li accompagneranno dal centro e da altre zone dedicate della città direttamente davanti al varco d’accesso del settore ospiti. Il percorso inverso è previsto a fine gara.

«Kean non può avere l’esperienza di Insigne, ma ha entusiasmo, forza fisica e tecnica. Se domani giocherà mi aspetto da lui che faccia questo, in tranquillità e in allegria». Lo ha detto il ct della Nazionale Italiana Roberto Mancini a Udine in conferenza stampa prima della gara di Euro Qualifiers con la Finlandia.

«È un peccato aver perso dei giocatori che ci davano delle certezze - ha detto facendo riferimento alle assenze - La speranza è che chi andrà in campo farà bene. Ne siamo sicuri. Dobbiamo solo continuare a giocare con entusiasmo e tranquillità».

La maglia numero 10? gli è stato chiesto: «Ha sempre un sapore particolare. È nella storia del calcio, l’hanno indossata i giocatori più straordinari. Ma credo sia giusto lasciare a loro la scelta. È una decisione che prenderanno loro, chi se la sentirà domani», ha aggiunto.

«Il debutto è stato il primo. La prima partita è quella che si ricorderà sempre». Ma le qualificazioni a Euro 2020 diventano ora «l’obiettivo primario», ha proseguito ct Mancini alla vigilia della gara con la Finlandia, che il tecnico non considera come un nuovo «debutto».

«Adesso inizia il nostro vero obiettivo, la qualificazione al campionato europeo anche se penso che abbiamo onorato fino in fondo la Nations League», ha aggiunto. «Ho creduto da subito in questo progetto. Era importante capire velocemente quella che poteva essere la squadra e i correttivi da apportare. Abbiamo trovato dei giocatori che si sono capiti subito. Oltre a fare un bel gioco sono sicuro che la squadra farà anche dei gol».

Della squadra finlandese Mancini ha detto di «conoscere tutto», «sappiamo che è molto difficile giocare contro di loro, bisognerà fare una partita importante».

«L’Italia è un avversario difficile.
Ci andrebbe bene anche un pareggio». Lo ha detto il tecnico della Finlandia Markku Kanerva in conferenza stampa in vista della gara. «Siamo capitati in un girone difficile. È una sfida enorme.
Il nostro obiettivo è arrivare tra i primi due».

Il tecnico teme «tutti» i giocatori azzurri, ma punta a provare a riproporre un gioco ordinato come fece la Svezia. «Se la squadra ha fiducia in se stessa come io ce l’ho nella squadra, potremo fare bene».
L’Italia è «la favorita del girone, ma la Finlandia ha fatto passi da gigante, specie dal punto di vista del gioco e domani avremo sicuramente le nostre possibilità», ha affermato anche il capitano Tim Sparv che ha detto di ammirare tra gli azzurri in particolare «Verratti; forse riuscirò a combatterlo da vicino».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy